domenica 24 settembre 2017
Home / Altri Sport / Golf Abruzzo Open, ci siamo: fari puntati sugli azzurri in gara

Golf Abruzzo Open, ci siamo: fari puntati sugli azzurri in gara

- 14 ottobre 2015
Andrea Maestroni - Alps Tour

Andrea Maestroni – Alps Tour

L’Abruzzo Open presented by Axa di Pescara – torneo dell’Alps Tour in programma dal 16 al 18 ottobre al Miglianico Golf & Country Club – si aprirà domani con la Pro Am Memorial Pierpaolo e Valentina Timperio. La gara è intitolata alla memoria dei due fratelli miglianichesi di 27 e 23 anni scomparsi lo scorso autunno in un incidente stradale. Scenderanno in campo 26 squadre formate da un professionista e tre dilettanti. Fra questi ci sarà anche Nicola Pietrangeli, plurititolato tennista italiano (nel suo palmarès anche due vittorie nel Roland Garros nel 1959 e nel 1960). Pietrangeli, che coltiva da anni la passione per il golf, farà da testimonial alla Pro Am. Si giocherà secondo la formula “Par is your friend and use your Pro”. Per la classifica verranno conteggiati solamente birdie, eagle ed eventuali albatross. Ogni amateur del team potrà chiedere al suo pro di effettuare un colpo per suo conto. Partenza shotgun (simultanea da differenti tee di partenza) alle ore 10:30.

Il field Al via 108 giocatori, con ben 12 nazioni rappresentate. In vista del Grand Final dell’Israel Masters, l’Abruzzo Open presented by Axa di Pescara si preannuncia come un torneo dai contenuti tecnici e agonistici di primo livello. Tutti i professionisti cercheranno di conquistare punti preziosi per la definizione della graduatoria finale dell’Alps Tour 2015. Saranno sul tee di partenza del circolo chietino i primi dieci classificati dell’ordine di merito, a partire dall’olandese Darius Van Driel, seguito dall’inglese Josh Loughrey e dal francese Damien Perrrier. Fra gli azzurri, riflettori puntati su Andrea Maestroni (sesto in graduatoria) ed Enrico Di Nitto (decimo). Oltre al professionista abruzzese Luca D’Andreamatteo, vivranno l’emozione di giocare nel proprio circolo anche i giovani amateur Antonio Martino e Niccolò Capacchietti.