martedì 12 dicembre 2017
Home / Altri Sport / Il monito di Lady Cornacchia: “Giovani alla deriva e violenza negli stadi, ora basta”

Il monito di Lady Cornacchia: “Giovani alla deriva e violenza negli stadi, ora basta”

- 12 dicembre 2014
L'intervento di Lady Cornacchia

L’intervento di Lady Cornacchia

La signora Adriana Cornacchia, moglie dell’indimenticato Giovanni cui è intitolato lo stadio Adriatico di Pescara, prende la parola nel corso del Gran Galá dello Sport tenutosi ieri in Comune,  e lo fa per lanciare un messaggio forte alle attuali generazioni: “I giovani di oggi stanno perdendo i valori di un tempo, vanno sempre più verso la deriva, non possiamo restare a guardare, bisogna fare qualcosa”. Comportamento applicato allo sport: in Italia siamo ancora molto indietro. “Basta con la violenza negli stadi, i violenti devono restare fuori dai luoghi in cui si celebrano momenti di sano agonismo e divertimento”.

Lady Cornacchia ha ragione. Siamo indietro. Non solo a livello di comportamento.  Siamo indietro anche in fatto di lungimiranza. Lungimiranza nel saper valorizzare i tanti talenti che la nostra regione può vantare. Ha fatto effetto, ieri, vederli tutti insieme riuniti in un’unica sala. Bella manifestazione,  questo Gran Gala. Per la chiave prettamente tecnica e sportiva, ma anche per quella sociale. Meno piacevole è invece il monologo delle istituzioni politiche locali, da anni attente più alla premessa sulle difficoltà economiche contingenti che non all’essenza stessa di ciò che si ha davanti, e dei margini di strumentalizzazione positiva che potrebbe derivare da gran gala dello sportun Galá del genere in termini di marketing sportivo e territoriale. L’elenco delle mille società e atleti premiati fará felice qualcuno. La sensazione è che si potrebbe però fare qualcosa di più concreto, lungimirante e produttivo per rilanciare in toto la nostra regione proprio attraverso lo sport. Quando e se succederá di non sentire più i soliti noiosi e retorici preamboli sulla crisi economica in Abruzzo, forse capiremo di essere sulla strada giusta del vero riscatto.