domenica 24 settembre 2017
Home / Altri Sport / L’Aquila Rugby, il cuore non basta: solo un punto contro Piacenza

L’Aquila Rugby, il cuore non basta: solo un punto contro Piacenza

- 6 dicembre 2015

gianmarco_cialenteL’Aquila Rugby Club perde nel finale la sfida con i Lyons Piacenza, valevole per il settimo turno del campionato italiano d’Eccellenza. Cornice delle grandi occasioni al Fattori, che ha tifato per tutti gli ottanta minuti il XV neroverde. A fine gara dura contestazione del pubblico alla terna arbitrale: cori contro l’arbitro e la sicurezza che a stento riesce a contenere il pubblico all’ingresso del rettangolo di gioco, critico contro alcune scelte dubbie soprattutto nel secondo tempo.

L’Aquila entra in campo aggressiva e nel primo quarto d’ora domina il possesso, andando sul 6-0 grazie a due calci piazzati – frutto dei crolli in mischia chiusa dei Lyons – ad opera di Alberto Bonifazi, schierato oggi all’ala. I neroverdi spingono forte con il pack e rubano tre touche, ma nella seconda metà del primo tempo gli emiliani prendono coraggio, grazie alle penetrazioni di Samuel Ward – tra i migliori in campo – e segnano una meta tecnica. Alla mezz’ora è il momento peggiore per L’Aquila, che marca meta proprio con Ward per il 6-14. Il primo tempo si chiude con il terzo piazzato di Bonifazi e porta le squadre negli spogliatoi sul 9-14, non prima di un’altra punizione, fallita allo scadere di tempo.

Nella ripresa la gara si fa più confusa, anche per la voglia delle squadre in campo di portare a casa la vittoria. I neroverdi lasciano troppi break agli avversari, che si portano in attacco e permanendo a lungo nella ventidue aquilana, e andando in meta con la spinta in mischia. Un’altra punizione, però, porta il risultato sul 9-22. Nel momento del divario più ampio L’Aquila inizia a percuotere con pack e nel gioco alla mano. Al 65′ bell’azione dei tre quarti neroverdi, con la palla che arriva all’esordiente Gianmarco Cialente, aquilano classe 1996, entrato qualche minuto prima, che marca la sua prima meta in Eccellenza.

Il finale è convulso, con una meta annullata all’Aquila per un avanti, una punizione – criticata dagli spalti – centrata da Thrower nel finale e la meta negli ultimi minuti di Danie Faasen. L’Aquila non riesce a vincere ma conquista il primo punto.