sabato 23 settembre 2017
Home / Basket / Arriva Treviso, Allegretti alza la voce: “Chieti, fuori l’orgoglio”

Arriva Treviso, Allegretti alza la voce: “Chieti, fuori l’orgoglio”

- 28 novembre 2015

Uniti per vincereIl calendario non fa sconti alla Proger Chieti, non fossero bastate le tre partite consecutive in trasferta, per domenica offre la visita della prima della classe, la blasonatissima Treviso di coach Pillastrini. Dal punto di vista del morale, le Furie non attraversano il loro momento migliore, le tre sconfitte in trasferta e soprattutto l’ultima maturata in forma rocambolesca a Ravenna hanno lasciato qualche ferita che tarda a rimarginarsi. Ma in settimana, dopo un primo chiarimento richiesto a tutta la squadra dal Presidente e avvenuto nella camera caritatis dello spogliatoio, il clima si è ulteriormente rasserenato, tornando sul bello, grazie anche all’incontro conviviale che a metà settimana ha riunito dirigenti, tecnici, giocatori e tifosi che si sono detti tutti pronti a superare il trauma ravennate con una prova di coraggio e di forza contro la prima della classe.

La saggezza e l’esperienza di Marco Allegretti rappresentano un vero valore aggiunto nell’economia di questa squadra e anche in questa vigilia le sue parole offrono un importante contributo per la causa delle Furie: “Siamo molto arrabbiati con noi stessi, la sconfitta di Ravenna ci brucia ancora. Perdere, ci può stare ma non nel modo nel quale domenica scorsa è maturata la nostra sconfitta. Abbiamo parlato molto in questi giorni per cercare di capire i motivi che troppo spesso ci fanno accusare dei black out che compromettono le nostre prestazioni. Crediamo di aver trovato le ragioni di questi improvvisi e inattesi cali di rendimento e stiamo lavorando per bandirli dalle nostre partite. Contro una squadra forte come Treviso, dovremo giocare 40′ interi senza flessioni mentali, cercando in ogni modo di stare punto a punto, senza concedere canestri facili e giocando una gara difensiva molto intensa. Treviso è la prima della classe, ha un roster costruito per vincere e molto forte sia sul versante degli americani che in quello degli italiani. Sono molto attrezzati ma domenica non dobbiamo avere alibi e regalare ai nostri tifosi una grande partita”.