giovedì 21 settembre 2017
Home / Basket / Basket, Chieti attende Trieste: “Stop ai passi falsi in casa, dobbiamo vincere”

Basket, Chieti attende Trieste: “Stop ai passi falsi in casa, dobbiamo vincere”

- 10 novembre 2015

Vedovato in entrata con VastoIn vista della sfida di mercoledì 11 novembre alle ore 21.00 contro Trieste, il coach della Proger Chieti Massimo Galli non fa proclami e si limita, come sempre, ad un’analisi lucida e circostanziata del lavoro svolto in settimana e degli avversari: “La lunga sosta di 12 giorni ci ha permesso di ricaricare le energie e soprattutto di recuperare una pedina fondamentale come Allegretti. Novembre è un mese da brividi, per noi è fondamentale vincere con Trieste, perché un calendario balordo ci costringerà ad affrontare in sette giorni tre trasferte consecutive ad altissimo coefficiente di difficoltà, come Roseto, Mantova e Ravenna, per chiudere il 29 in casa contro la supercorazzata Treviso. Non sarà comunque facile avere ragione di Trieste, che reputo una squadra ben allenata e con giovani molto interessanti. La squadra di Dalmasson attua una gran difesa, molto attenta e aggressiva. Dovremo quindi giocare con altrettanta aggressività e con il 100% della nostra determinazione per riuscire a batterli. Non ci sono altre vie”.

Allegretti, tornato al 100% della condizione, sprona i suoi alla massima determinazione per venire a capo di un avversario molto complicato: ”Trieste è davvero un avversario difficile, una squadra tosta, molto aggressiva e intensa sia in attacco che in difesa. Sarà una partita molto fisica, che dovremo affrontare con la massima concentrazione dal primo all’ultimo secondo. Partita comunque da vincere ad ogni costo, perché non possiamo concederci in questa fase di campionato nessun altro passo falso casalingo. Veniamo da una settimana di buoni allenamenti, affrontati con tutto il roster finalmente al completo. Personalmente posso dire di stare bene e di aver recuperato dall’infortunio al 100%. Sono pronto, come tutti i miei compagni, ad affrontare una vera battaglia”.