giovedì 27 luglio 2017
Home / Basket / Basket, umore amaro in casa Proger Chieti

Basket, umore amaro in casa Proger Chieti

- 17 ottobre 2016

sergio-trieste-1140Oggi non ha funzionato nulla e non c’è niente da salvare. Abbiamo disputato una pessima gara, forse la peggiore da quando sono a Chieti. La vittoria di Ferrara ci ha fatto diventare supponenti, non abbiamo avuto un buon atteggiamento sin dalla palla a due. La squadra è partita male e ha continuato peggio, per cui ho detto ai giocatori che mi prendo la responsabilità perché, soprattutto dal punto di vista dellatteggiamento e della mentalità sapevamo cosa avrebbe fatto Trieste e non siamo minimamente riusciti ad arginarli. Mi vergogno della nostra prestazione, chiedo scusa a tutti.  Siamo un team senza grandi stelle e, se dimentichiamo chi siamo, andremo incontro a queste figuracce. Rispetto alla gara dello scorso anno, dove tirammo in questo palazzetto con il 14% da tre, scheggiando a tal punto i ferri che sembrava volessero farci causa, stasera siamo riusciti a far addirittura peggio, realizzando solo con l11%. Questo però non toglie i meriti ai giuliani, anzi. io mi aspettavo che loro giocassero oggi questo tipo di pallacanestro, ma non avevo previsto che noi saremmo scesi in campo con questa sufficienza. Fortunatamente domenica giocheremo e potremo riscattarci davanti al nostro pubblico e  sono sicuro che  riusciremo a farci perdonare dopo questa brutta figura. La sfida con Jesi, che reputo fondamentale per capire davvero quali siano le potenzialità effettive di questa squadra, non sarà semplice: sono meritatamente in testa al campionato e per vincere servirà una grande prestazione. Vedremo da martedì mattina, in allenamento, come preparare al meglio questo match: dovremo ricominciare dagli aspetti positivi visti nei passati incontri e analizzare al meglio quanto sbagliato, non solo oggi”.

Anche Capitan Sergio, non può che confermare quanto analizzato da coach Galli: “Sapevamo che Trieste, come negli anni passati, è una squadra molto aggressiva e che è sempre complicato affrontarla, specie nel loro palazzetto dove sembra che loro energie aumentino. Prima della partita partivamo con una pressione differente perché noi provenivamo da una vittoria esterna in quel di Ferrara mentre loro avevano perso i primi due incontri. A malincuore devo ammettere che non siamo stati pronti ad avere lo stesso desiderio di vittoria dei nostri avversari. Oggi purtroppo, commentare la partita mi sembra molto difficile perché trovare aspetti positivi è davvero arduo. In tutte e tre le gare sin qui disputate siamo sempre andati in difficoltà nel primo quarto, solo che in entrambi i casi precedenti siamo riusciti ad avere una reazione e rimetterci in partita mentre oggi non è accaduto. Faremo tesoro di questa sconfitta perché anche dalle esperienze negative si impara sempre e analizzeremo gli errori. Martedì inizierà unaltra settimana e avremo unaltra importantissima partita da preparare.