venerdì 24 novembre 2017
Home / Basket / DNB / Coach Fabbri ai suoi giovani: «Via le paure, superate voi stessi»

Coach Fabbri ai suoi giovani: «Via le paure, superate voi stessi»

- 24 ottobre 2013

Giovani cestisti a lezione da coach Enrico Fabbri. Ecco due-consigli-due del tecnico toscano dell’Amatori Pescara ai tanti ragazzi del suo gruppo: «Non avere paura, e anzi avere sempre voglia di andare oltre il limite, di superare se stessi. Quando questo accade, si riconoscono meglio i proprio difetti, si abbandona ogni alibi, e migliora la predisposizione al miglioramento. Migliorare l’atteggiamento equivale ad affinare il lato tecnico. Così facendo ti ritrovi a giocare in prima squadra e nemmeno te ne accorgi». Belle pillole di saggezza, quelle di coach Fabbri, che ha descritto per SPORTAG cosa vuol dire fare parte dell’Amatori: «E’ giusto che questa società mantenga il carattere di familiarità che la contraddistingue. Vogliamo far crescere i nostri giovani. Alcuni hanno già debuttato, cito ad esempio Marco Timperi e Alessio Di Carmine. Presto toccherà ai vari Masciarelli, Di Fonzo e Battaglia. Non dimentichiamo che stiamo parlando di classe ’97 e ’98, loro sono il nostro futuro». Il percorso di cultura e lancio del vivaio, qui a Pescara, è di recente conio: «Non siamo la Stella Azzurra, che nasce e cresce formando ragazzi dalle giovanili fino alla prima squadra. Pescara opera così soltanto da 2 anni. I primi giovani ad essere lanciati sono stati Di Donato e Pepe. Ora vogliamo continuare, ma ci vuole tempo per amalgamarci e capire che tipo di campionato stiamo facendo». Domenica al pala Elettra arriva il Palestrina: «Fanno tanto pressing e tanta zona – conclude Enrico Fabbri – ma io voglio fare un grande regalo ai nostri tifosi, che ci seguono sempre più numerosi, e spero di riuscirci».