sabato 22 luglio 2017
Home / Basket / La Proger Chieti respira: 77-72 al Recanati

La Proger Chieti respira: 77-72 al Recanati

- 9 dicembre 2016

PROGER CHIETI – AMBALT RECANATI 77-72 (22-25, 15-14, 18-17, 23-16)

 

sergio-esulta-2-vs-recanati-1140PROGER CHIETI: Golden 22 (da due 8/14, da tre 0/2, ai liberi 6/7), Mortellaro 19 (da due 8/8, 3/4 ai liberi, 11 rimb.) , Clemente ne, Piazza 2 (1/2 da due, 0/2 da tre), Allegretti (0/1 da due), Venucci 3 (1/3 da tre), Piccoli 4 (0/1 da due, 1/2 da tre, 1/2 dai liberi), Ippolito ne, Zucca 4 (2/3 da due), Sergio 17 (3/4 da due, 2/9 da tre, 5/5 ai liberi, 8 rimb.), Davis 7 (2/10 da due, 1/3 da tre). All: Galli.

Chieti: tiri tot. 29/64 , tiri da tre 5/21, r.d. 30, r.o. 11.

 

AMBALT RECANATI: Reynlods 27 (12/14 da due, 3/3 ai liberi), Bader 15 (3/8 da due, 3/8 da tre, 0/1 ai liberi), Marini 4 (1/1 da due, 2/3 ai liberi), Armento ne, Loschi 9 (0/1 da due, 2/6 da tre, 3/4 ai liberi), Bolpin 4 (2/3 da due, 0/1 da tre), Sorrentino 8 (2/5 da due, 1/5 da tre, 1/2 ai liberi), Fossati ne, Maspero 3 (0/5 da due, 1/5 da tre), Breccia ne, Spizzichini 2 (1/3 da due), Renna ne. COACH: Sacco

Recanati: tiri tot. 28/65, tiri da tre 7/25, r.d. 21, r.o. 8.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Negli spogliatoi, il capitano e trascinatore della squadra Gigi Sergio, dichiara: “Quest’oggi non penso ci siano state giocate decisive ma penso che sia stata una vittoria di squadra. Nelle prossime gare, per portare a casa i due punti, reputo necessario lo scendere in campo con lo stesso atteggiamento con cui abbiamo affrontato gli ultimi due quarti, tenaci in attacco e aggressivi in difesa. Questa vittoria ci toglie sicuramente pressione, dal momento che ci allontana dall’ultima piazza. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando partita dopo partita di allontanarci dalle zone basse della classifica: sicuramente daremo il massimo!”.

 

Coach Galli invece, afferma: “Complimenti ai ragazzi che sono riusciti a vincere la gara odierna, che in questo momento della stagione era fondamentale. Abbiamo saputo soffrire nei primi tre quarti e nell’ultimo periodo, grazie ad una difesa attenta e scelte oculate in attacco siamo riusciti a piazzare il break decisivo. Reputo Recanati una buona squadra, che ha perso quasi tutte le partite con scarto minimo, giocandosele fino alla fine e che anche stasera ci ha creduto fino alla fine. Gli ospiti inoltre possedevano ottime individualità: Reynolds, per esempio, per me è un giocatore di altissimo livello, siamo stati bravi dopo due quarti devastanti a raddoppiarlo, costringendolo a passare la palla, magari rischiando qualcosa sui loro tiratori. Tornando a noi, dobbiamo pensare al nostro futuro giornata dopo giornata, sappiamo che sarà un campionato lunghissimo e durissimo. Ciò deve essere chiaro a tutti, noi però lotteremo sempre e su ogni campo, cercando di vincere più partite possibili”.