giovedì 21 settembre 2017
Home / Basket / L’Amatori Basket vuole vincere anche in trasferta

L’Amatori Basket vuole vincere anche in trasferta

- 26 novembre 2016

Pescara è alla ricerca della prima vittoria in trasferta dopo i quattro successi consecutivi sul parquet di casa. Con un calendario esterno comunque difficile, ma segnato però anche da qualche brutta prestazione, l’occasione per svoltare si presenta domenica 27 novembre, quando l’Amatori andrà a far visita al Globo Isernia, per la nona giornata del campionato di Serie B.

I biancorossi del Presidente Di Fabio continuano a convivere con qualche problemino fisico, ma domenica dovrebbero riportare in campo Emidio Di Donato dopo l’infortunio che gli ha impedito di essere sul parquet in occasione dell’ultima partita contro Venafro. Si parte per il Molise, dunque, con qualche acciaccato ma con l’intero roster a disposizione di Coach Salvemini.

Isernia, che punta ad una salvezza possibilmente tranquilla, si trova attualmente a sei punti in classifica, ottenuti con due vittorie casalinghe (con Giulianova e Venafro) e con il sorprendente blitz in trasferta sul campo di Rimini. I molisani sono reduci dalla sconfitta contro la corazzata San Severo (restando comunque in partita per oltre tre quarti) e fino ad ora in campionato hanno tirato con il 49% da due punti e con il 30% da tre, segnando 63,3 punti di media. La squadra è guidata da Coach Nino Sanfilippo, giovane ed interessante allenatore, poco più che trentenne ma già con esperienza sia ad alto livello, dove ha assistito Matteo Boniciolli ad Avellino, sia nei campionati di Serie C.

A disposizione del coach c’è un roster particolarmente giovane ma di buonissima qualità. Sia per talento individuale che per apporto al gioco della squadra, i due giocatori da tenere particolarmente d’occhio sono Marco Salari e Mattia Norcino, che hanno il minutaggio più ampio e segnano più punti degli altri compagni (il primo mette a referto quasi 19 punti a partita in 36 minuti di media, il secondo ne segna 15 su 33 minuti per ogni presenza sul parquet).

Salari è fino ad ora il cannoniere principe del girone D, con 150 punti in otto gare; è un classe 1996 che gioca come playmaker, è cresciuto a Rieti, proviene dall’A2 di Ravenna e ha collezionato presenze in Nazionale Under 19.  Anche Mattia Norcino, guardia-play, nonostante i suoi 23 anni ha già esperienza di categoria superiore, visto che lo scorso anno è andato 40 volte a referto in A1 (ad Avellino).

Ad aiutare questa coppia di esterni si alternano vari giocatori, che si distribuiscono piuttosto equamente il restante minutaggio: il gigante Klaudio Patani, l’ala Andrea Sipala (visto anche in Abruzzo con la maglia Proger Chieti), Mattia Melchiorri, Luca Centi Ceo, Gabriele Triggiani, l’ala-centro Luca Gazineo (scuola Stella Azzurra), Simone Serio e Nicola Marinelli.

Coach Giorgio Salvemini ci ha spiegato che: “Isernia è una squadra molto ben allenata, con gerarchie offensive ben definite e giocatori di talento. Dovremo essere bravi a gestire il ritmo per prendere il possesso della gara. Dovremo essere bravi a difendere sulle loro priorità di gioco, trovando presto quella solidità che poi permette di vincere le gare fuori casa anche su campi difficili”.