lunedì 18 dicembre 2017
Home / Basket / Proger Chieti: dalla frustrazione all’energia positiva

Proger Chieti: dalla frustrazione all’energia positiva

- 24 ottobre 2016

Proger Chieti – Aurora Basket Jesi 85-79 (24-17, 43-32, 63-59)

copertina-cronaca-proger-vs-jesi-1140Coach Galli non può che elogiare la buona prova dei suoi: “Non era una gara facile perché Jesi ha dimostrato pienamente di meritare la classifica che ha. Sono una squadra molto solida, due americani molto forti, capaci di ricoprire una leadership ben definita. Noi siamo stati bravi a controllare la partita per larghi tratti, grazie anche ad un vantaggio importante precedentemente acquisito. Nel finale abbiamo sicuramente avuto un po’ di paura che, insieme alla troppa voglia di vincere, hanno consentito ai nostri avversari di riportarsi meritatamente sotto ad un minuto dalla fine con il quintetto basso, grazie anche alla complicità di una nostra difficile situazione di falli. Ritengo però che la nostra sia stata una vittoria meritata, la squadra ha dimostrato di reagire alla sconfitta di Trieste e direi che dopo quattro giornate avere due vittorie è tanta roba. Abbiamo avuto, a differenza degli altri incontri, una buona partenza, volevamo aggredire la partita, sin dalla palla a due, e abbiamo fatto un ottimo lavoro in difesa, tenendo nei primi due quarti i loro americani sotto le cifre solite. È la dimostrazione che difendendo forte si ottengono vantaggi importanti. Ci tenevamo molto ad aggiudicarci la prima vittoria casalinga, anche perché la prima giornata, contro la Fortitudo, nonostante una buona pallacanestro, la loro maggiore qualità aveva fatto la differenza. Dopo Trieste ci siamo allenati duramente cercando di migliorare dal punto di vista tecnico e mentale: la squadra, come non solo io ma anche i tifosi si aspettavano, ha dimostrato di tenerci e di reagire nella maniera giusta. Reputo la nostra, una squadra che vuole competere in un campionato di altissimo livello e domenica, contro Mantova, nonostante la loro voglia di rivincita per una classifica che, roster alla mano, non le appartiene, dovremo farci trovare pronti”.

Anche Davis, top scorer delle Furie con 26 punti, appare soddisfatto, analizzando però prima tutto ciò che ci sarà da migliorare per i prossimi incontri: “Non siamo riusciti a mantenere costante il gap di punteggio tra le due squadre ma non era affatto facile, loro posseggono giocatori di grande talento e aggredirli con la stessa costanza per tutta la partita era impossibile. Dal canto nostro però, abbiamo anche commesso alcuni errori difensivi ma la squadra ha saputo rispondere brillantemente e siamo riusciti a conquistare la nostra prima vittoria casalinga. Non era facile scendere in campo con la giusta lucidità dopo la pesante sconfitta di Trieste, eravamo molto delusi ed imbarazzati ma siamo riusciti a trasformare la nostra frustrazione in energia positiva, specie in difesa e, grazie al duro lavoro, siamo scesi sul parquet con uno spirito totalmente diverso, disputando una buona pallacanestro, creandoci un discreto margine di vantaggio che siamo riusciti a mantenere per buona parte dell’incontro. Siamo stati molto più aggressivi non solo in campo ma anche negli allenamenti settimanali e penso che la differenza si sia notata. Sono davvero molto soddisfatto ma, nonostante la vittoria, dobbiamo ancora lavorare molto, perché ritengo che la nostra squadra abbia tutte le potenzialità per poter fare ancora meglio”.