sabato 23 settembre 2017
Home / Basket / Proger Chieti in quel di Imola: Piazza è carico

Proger Chieti in quel di Imola: Piazza è carico

- 23 ottobre 2015

Copertina presentazione ImolaLa Proger Chieti alle prese con la prima trasferta in terra emiliana, destinazione Imola, dove sul parquet del PalaRuggi affronterà gli uomini di coach Ticchi. “Affrontiamo quella che a mio avviso sarà la sorpresa del girone – afferma Galli – Dopo due partite giocate alla grande, violando in trasferta Recanati e battendo in casa Bologna, Imola ha subito una sconfitta a Trieste molto dura e vorrà sicuramente riscattarsi. Questo renderà ancora più dannatamente complicato il nostro compito”.

“Siamo preparati comunque a sostenere questo confronto con la solita determinazione – conclude Galli – La vittoria con Ferrara ci ha dato grande fiducia e ha accresciuto di parecchio la nostra autostima. Vincere aiuta a vincere e questo vale soprattutto per una squadra giovane e rinnovata come la nostra. Guai però a pensare di essere arrivati, abbiamo ancora parecchie cosette da aggiustare. Dalla panchina, per esempio, pretendo un contributo molto maggiore rispetto a quanto si sia visto in queste prime tre partite”. Di sicuro però Andrea Piazza, pur partendo dalla panca, ha mostrato sinora un rendimento pienamente all’altezza del suo compito “Quello che sto vivendo mi sembra un sogno – afferma il Sergente – Non avrei mai immaginato di poter giocare a questi livelli e di poter competere alla pari con i campioni che popolano la Lega di A2. Devo ringraziare in modo particolare il ds Brandimarte e il coach che mi ha voluto è inserito nel roster delle Furie. La squadra sta crescendo e ha assorbito molto bene il duro colpo dell’infortunio di Abbott. Lilov è un ragazzo straordinario, umile ma molto determinato a dare un contributo importante all’economia della nostra squadra. Imola è per noi una tappa importante perché vogliamo verificare la nostra crescita. Vincere fuori casa ci darebbe uno slancio importante, forse decisivo, per affrontare un mese di novembre molto impegnativo”.