martedì 12 dicembre 2017
Home / Calcio a 5 / Acqua&Sapone-Pescara, il doppio ex Zaramello: “La decideranno i portieri”

Acqua&Sapone-Pescara, il doppio ex Zaramello: “La decideranno i portieri”

- 20 novembre 2014

Xuxa direttamente dal Brasile: “Mammarella e Capuozzo: chi para di più, regala la vittoria alla propria squadra”

 

Xuxa Zaramello

Xuxa Zaramello

Non è ancora una partita decisiva, ma avrà come sempre risvolti pesanti sui due ambienti e sugli obiettivi di fine girone d’andata: Final eight di Coppa Italia e Winter Cup. E’ il derby abruzzese della serie A di calcio a 5, in programma sabato prossimo, alle 20 e 30, al Palaroma di Montesilvano.

Acqua&Sapone Emmegross contro Pescara, una sfida che attirerà il crescente pubblico di appassionati di futsal della nostra regione, ma anche migliaia di aficionados a livello nazionale, che potranno seguire la sfida in diretta su Raisport2. Tra gli spettatori a distanza c’è anche Xuxa Zaramello, portierone brasiliano e doppio ex di questa sfida che si rinnova. Quattro anni in nerazzurro, promosso dalla A2 alla A con Lamers e poi capitano con Bellarte, uno in biancazzurro, nella scorsa stagione. L’Abruzzo è casa sua.

“Mi manca molto – dice da San Paolo il 32enne – . Ero contento di stare a Pescara, una città bella, con il mare. Il vostro calcio a cinque, poi, mi manca da morire, è il mio lavoro. Purtroppo con la nuova regola degli italiani sono stato un po’ penalizzato. Ma le soddisfazioni che mi sono tolto in Abruzzo restano”. Che partita si aspetta? “E’ sempre un derby, una partita importante per entrambe”. Dal Brasile segue le squadre italiane e sente spesso gli ex compagni. E’ aggiornatissimo. “L’Acqua&Sapone non vive un bel momento in classifica, ma è una squadra difficile da battere, con un grande allenatore – spiega – . C’è un gruppo che gioca insieme da molto tempo, Murilo è una bandiera e Bellarte ha dato un’identità forte puntando su alcuni suoi ragazzi di fiducia. Ha perso alcuni meccanismi, perché Chaguinha faceva la differenza. Ma è pur sempre una squadra importante”.

E il Pescara? “Ha cambiato quasi tutta la squadra, come sempre, e forse per questo non riesce ancora a vincere qualcosa. Ma nello sport è così, quando non arrivano i risultati si prova a cambiare e non è facile fare sempre le scelte giuste”. Tante stelle in campo sul parquet del Palaroma sabato prossimo, chi deciderà questa partita? “La differenza la faranno i portieri – chiude – , ma non lo dico perché sono loro collega. Il derby è nelle mani di Mammarella e Capuozzo: chi para di più, regala la vittoria alla propria squadra. E vincerà la squadra più preparata. Sarà una partita tosta”.