giovedì 23 novembre 2017
Home / Calcio a 5 / Maschile / Kaos-AeS è un derby “pugliese”

Kaos-AeS è un derby “pugliese”

- 13 novembre 2013

A caccia della prima vittoria esterna della stagione. Domenica pomeriggio (ore 18) a Ferrara si gioca nuovamente il “derby pugliese del futsal”: Bellarte torna a sfidare il conterraneo e amico Capurso sul parquet del Kaos. Senza Borruto, squalificato, ma con la voglia di chiudere in anticipo il discorso sulla qualificazione alla Final eight. Dopo i pareggi pesanti con Asti e Luparense, e la giornata storta di Napoli, in Emilia il coach di Ruvo vuole fare il colpo. Serve una prestazione importante perché il quintetto di Capurso è lanciatissimo e sarà battaglia vera contro Kakà e compagni. «I miei devono essere uomini veri prima ancora che giocatori, conoscere il limite fino al quale possono spingersi. Finora lo hanno fatto bene, anche nelle situazioni più difficili», dice Bellarte, che elogia il suo roster finora quasi sempre impeccabile: «Ho la fortuna di allenare una squadra che ha tanto talento, dal portiere passando per Chaguinha e Murilo. Se poi Cuzzolino fa l’amore con il pallone, come nelle ultime partite, allora tutto diventa più facile…». Bisogna evitare solo di prendere sotto gamba le partite o alcuni frangenti delle gare. «Contro il Martina abbiamo pensato per un po’ che fosse tutto facile, invece non è stato così. Loro hanno fatto una pressione importante e ci hanno messo in difficoltà. Poi il loro ritmo è sceso e noi abbiamo vinto dal punto di vista fisico, grazie al lavoro quotidiano del professor Aiello e dello staff tecnico. Diamo il meglio quando usciamo dalla pressione, piuttosto che nella difesa della porta». E’ questo il tema da riproporre, con attenzione, anche domenica sul campo del Kaos.