sabato 22 luglio 2017
Home / Calcio a 5 / Gabriel Lima: “Ecco perché ho scelto l’Acqua&sapone”

Gabriel Lima: “Ecco perché ho scelto l’Acqua&sapone”

- 20 giugno 2016

IMG-20160618-WA0021Gabriel Lima non ci gira intorno: è tornato in Italia per vincere. Vuole farlo con la maglia dell’AcquaeSapone Emmegross addosso. La maglia di GL3 nerazzurra sarà un cult della stagione 2016/2017 della Serie A, potete starne certi.

Aosta, Marca, Arzignano, Asti, poi il Pozo Murcia, in Spagna. Una Supercoppa di Spagna, una Coppa del Re, prima uno scudetto Under 21, due volte la Coppa Italia, una Winter Cup. Il capitano dell’Italia ha vinto anche l’Europeo del 2014 in Belgio (Miglior giocatore e nominato anche nel quintetto ideale dell’Uefa della manifestazione) e il bronzo nel Mondiale in Thailandia del 2012. Un gigante del futsal internazionale sbarca al Palaroma. Aspettando il suo arrivo in Abruzzo, Lima ha voluto rilasciare le prime dichiarazioni da giocatore del club della famiglia Barbarossa.

Felice di aver scelto l’Acqua&Sapone Emmegross?

Sono felice del mio ritorno in Italia e felice di aver scelto l’AcquaeSapone dopo un mercato che si è rivelato pieno di scelte difficili, avevo davanti scelte di vita più che scelte economiche o tecniche. Il ds Gabriele D’Egidio mi ha contattato molto tempo fa per sapere se ero disponibile, da allora siamo rimasti in contatto fino ad arrivare alla notizia della firma. Lo devo ringraziare per la pazienza e la serietà, così come ringrazio tutte le altre società che mi hanno contattato e fatto delle offerte per la prossima stagione”.

Gli obiettivi per il tuo ritorno nel futsal italiano?

Gli obiettivi di questo mio ritorno sono prima di tutto il bene della mia famiglia, che è la cosa più importante. Noi amiamo l’Italia. Dentro il campo, l’obiettivo è poter formare un bel gruppo in grado di dare il massimo per ripagare gli sforzi della società. Ho tanta voglia di vincere dei titoli che nella mia carriera ancora mi mancano!”.

Cosa ha convinto un giocatore del tuo calibro a scegliere questo club?

La convinzione è difficile da trovare quando non conosci veramente una situazione o una società, ma io provo sempre a sentire i miei amici, la mia famiglia e le persone di fiducia. Dopo tanti giorni di riflessione, analizzando ogni punto delle proposte ricevute, abbiamo scelto l’AcquaeSapone perché era il club che ci faceva sentire più tranquilli, sia fuori che dentro il campo. Ho molti amici che giocano qui da parecchi anni e sono felice di essere diventato un loro compagno di squadra”.