venerdì 21 luglio 2017
Home / Calcio a 5 / L’AcquaeSapone scopre Braga: “Attacco e mi diverto”

L’AcquaeSapone scopre Braga: “Attacco e mi diverto”

- 11 settembre 2016
dav

dav

Il suo talento si sta facendo notare nella prima fase di preparazione orfana dei big impegnati al Mondiale. Domani Lucas Braga compirà gli anni in campo (sono 21 per il formato in Italia classe 1995) e festeggerà riprendendo gli allenamenti con Fuentes, Aiello ed i compagni di squadra. Il modo migliore di continuare a dimostrare che ha una pazza voglia di diventare un grande del futsal. Con la maglia nerazzurra.

“Le gambe sono ancora pesanti, assolutamente – afferma il nuovo gioiello della famiglia Barbarossa – . Sappiamo che in questo periodo si tende a correre tanto per trovare la condizione fisica, ma il mister con il suo lavoro tattico ci fa correre ancora più del solito”. In un gruppo tutto nuovo e con un tecnico nuovo, il figlio d’arte Braga (il papà Ricardo ha giocato in Italia e lo ha portato con sé quattro anni fa) non ci ha messo molto a conquistare la fiducia di tutti: lavora con il sorriso e fa giocate straordinarie con le sue lunghe leve. “Mi trovo molto bene, dal poco che abbiamo visto in queste prime due settimane, Fuentes ci ha fatto capire di essere un grande conoscitore e studioso di questo sport. Sicuramente ci farà crescere tanto, io spero di farlo in modo esponenziale”, rivela l’ex goleador dell’Arzignano, che sta trovando giovamento proprio dalle idee del coach di Murcia: “Il suo gioco si basa sull’attacco e per me che sono pivot è un vantaggio – spiega Braga – . Il mister preferisce il tre-uno e una filosofia offensiva. Abbiamo lavorato già parecchio su questo e personalmente sono entusiasta di come sta procedendo il lavoro”. Ora è tempo di prepararsi a spegnere le candeline: il tempo vola e la serie A s’avvicina.