sabato 23 settembre 2017
Home / Calcio a 5 / L’Italrosa del Futsal vola in trasferta per la prima volta: doppio test con l’Ucraina

L’Italrosa del Futsal vola in trasferta per la prima volta: doppio test con l’Ucraina

- 25 novembre 2015

italia futsal femminileCinque mesi dopo le emozioni della #nottemagica, domani torna in campo la Nazionale italiana femminile di futsal. Le azzurre, a Lviv (Leopoli), sfideranno l’Ucraina in due amichevoli, le prime in trasferta della storia della Nazionale femminile, istituita nel gennaio scorso dalla Figc. Sia il match di giovedì (calcio d’inizio ore 15.30) sia gara-2 sabato (il via alle ore 14) saranno trasmesse in diretta streaming sul canale Youtube della federazione ucraina (clicca QUI per il link).

Quello contro la temibile Ucraina, paese che da diversi anni vanta una squadra femminile, sarà il secondo impegno ufficiale della Nazionale in rosa (come detto il primo in trasferta), dopo la doppia amichevole dello scorso giugno contro l’Ungheria in occasione della sua nascita ufficiale. In gara-1, in uno Stadio Nicola Pietrangeli gremito da quasi 5mila persone (al Foro Italico erano presenti tra gli altri anche il presidente del Coni Giovanni Malagò e il presidente federale Carlo Tavecchio), le azzurre vinsero 5-0, nel secondo test al PalaRoma di Montesilvano si imposero invece 4-0.

Queste le dichiarazioni del c.t. azzurro, Roberto Menichelli:

Sul clima nella squadra e le aspettative per questo doppio test. “La prima partita è stata molto pubblicizzata e rappresentava l’esordio assoluto della Nazionale femminile, aveva un’importanza particolare. Credo però che altrettanta importanza ce l’abbia questa trasferta, è la prima volta che le azzurre giocano fuori e quindi la rilevanza è forte. Tra l’altro l’avversario ha una sua importanza in Europa, ha già fatto gare e risultati buoni. Anche qui è un esordio, all’estero, è molto sentito e c’è tensione, tutte vogliono giocare e far bene: troveremo difficoltà, ma siamo curiosi di vedere dove siamo e misurarci non in Italia, ma fuori casa”.

Sulle novità per questo secondo appuntamento internazionale. “La gran parte delle convocate ha giocato le prime partite con l’Ungheria, la base l’abbiamo tenuta. Poi c’è qualche novità che abbiamo inserito all’inizio della stagione, anche su indicazioni del campionato. Come per il maschile, la porta della Nazionale è sempre aperta a quello che il campionato può proporre: certamente una base di lavoro c’è, che è quella iniziata lo scorso anno, e su quella abbiamo inserito nomi nuovi. In questa trasferta c’è anche qualche infortunata, ma si fa come sempre conto sulle presenti, che sono le più importanti. Sono contentissimo di avere a disposizione le ragazze che sono qui in Ucraina”.

Sul momento del futsal femminile. “L’aver strutturato un campionato d’Elite sicuramente è stato positivo, il livello è più alto e la qualità delle squadre è maggiore. Questo può essere un beneficio anche per la Nazionale, poi mi sembra ci sia attenzione, partecipazione e interesse. Credo che la nascita della Nazionale abbia contribuito ancora di più a sviluppare il futsal femminile e immagino lo farà ancora. Del raduno sono abbastanza soddisfatto, trovo nelle giocatrici una predisposizione e una disponibilità ad allenarsi molto forti, anche a recepire i concetti di gioco del futsal internazionale verso il quale lo staff unico delle due Nazionali è orientato. Sono molto motivate e trovo anche molto ordine nelle cose che fanno, spero che ci continui a essere: c’è molta concentrazione in quello che si deve fare e io auspico che possano giocare due belle partite. Vedremo i risultati, siamo curiosi di misurarci all’estero contro una squadra di caratura superiore”.