martedì 12 dicembre 2017
Home / Calcio a 5 / Zanchetta da urlo, De Oliveira provvidenziale: Rieti-Acqua&Sapone 6-6

Zanchetta da urlo, De Oliveira provvidenziale: Rieti-Acqua&Sapone 6-6

- 30 novembre 2014

La cronaca di una partita spettacolare

cuzzolinoLa maledizione è (parzialmente) scacciata via. Con una partita di sofferenza ed episodi a ripetizione, l’Acqua&Sapone Emmegross strappa un pari per 6 a 6 al PalaMalfatti di Rieti. Lo firma De Oliveira con un tap in a 6’’ dalla sirena. Il pubblico di casa va su tutte le furie per la precedente espulsione del portiere Micoli (ingenuo nel protestare con veemenza essendo già ammonito), che condizione il finale dei locali. Ma la perseveranza e la convinzione nei propri mezzi portano i nerazzurri al pari finale dopo un’altalena di gol ed emozioni sconsigliata ai deboli di cuore.

Prima del fischio d’inizio, la società nerazzurra ha salutato l’ex Xuxa Zanchetta: per lui una targa ricordo consegnata dal ds D’Egidio e gli applausi del pubblico reatino. Una delle doti più apprezzate dell’ex attaccante del club è la cattiveria agonistica. Zanca infatti non risparmia una goccia di sudore: è lui il mattatore del primo tempo. Sblocca la partita dopo 7’ segnando (decisivo il tocco di De Oliveira) direttamente da fallo laterale in fase d’attacco dalla corsia destra. Il pareggio lo firma turbo Cavinato prima del 12’: imbucata perfetta che spacca il campo in due, il laterale supera tutti in velocità, compreso il portiere, e la deposita in rete abbassando il volume del PalaMalfatti.

Poco dopo, 14’21’’, Cavinato potrebbe spegnere la musica, ma manca per pochi millimetri il raddoppio. Un minuto dopo arriva la punizione per il troppo spreco: punizione di Davì, Zanchetta trova l’unico varco irraggiungibile per Mammarella. La partita si fa nervosa, la direzione di gara è assolutamente improponibile per il livello agonistico delle due squadre. Piovono cartellini in serie solo sulle teste dei nerazzurri, si arriva in un istante al sesto fallo. Dal dischetto Zanchetta non sbaglia e segna la tremenda tripletta da ex. Bellarte inserisce subito Coco portiere di movimento, chiudendo il Real davanti a Micoli, ma senza lucidità nell’ultimo tocco.

Dagli spogliatoi la squadra di Bellarte torna ricaricata a dovere, intensa e aggressiva. Pur concedendo a Chimanguinho qualche spazio di troppo per ripartire, in 3’ la truppa bicampeon confeziona il gol del 2-3. Cuzzolino ruba palla e scappa, sganciando il sinistro imparabile per Micoli. Nei volti dei padroni di casa s’insinua la paura, il monologo nerazzurro prosegue e arriva il meritato pareggio: ancora Cuzzo al 6’ chiude un’azione corale. Continuano a premere i nerazzurri, trovando al 9’ un momento chiave: Chimanguinho para un pallone con il braccio e prende il secondo giallo. Con l’uomo in più, arriva immediato il poker di Cavinato.

Mammarella è super per due volte su Peric (alla fine lo Stefanone Nazionale si farà male e lascerà il posto a Montefalcone), ma la partita resta in controllo fino al 12’, quando Murilo non addomestica un pallone a metà campo e viene superato, ancora una volta, dal freddo Zanchetta: è 4 a 4. Il finale si fa difficile e bisogna giocarsela senza rischiare di mandare all’aria la remuntada. Ma è ancora l’ex a metterci lo zampino a 5’ dalla sirena. Un rasoterra di precisione beffa tutti e fa 5-4 per il Rieti. A 2’ dalla fine, con la porta vuota, Crema fissa il punteggio sul 6 a 4.

Finita? Neanche per sogno. Portiere di movimento reiterato e Cavinato riapre la gara, Micoli si fa espellere per proteste, ultimo minuto infernale. La trama di Bellarte porta al tocco del 6 a 6 del pivot ex Asti. Pari, e che pari.

REAL RIETI – ACQUA&SAPONE EMMEGROSS 6-6 (pt 3-1)

REAL RIETI: 2 Peric, 3 Esposito, 4 Scappa, 6 Davì, 8 Jeffe, 10 Crema, 11 Chimanguinho, 12 Guennounna, 13 Zanchetta, 17 Caio, 22 Micoli, 23 Dan. All. Patriarca.

ACQUA&SAPONE EMMEGROSS: 1 Mammarella, 3 Leitao, 7 Cavinato, 8 Cuzzolino, 9 Calderolli, 10 Borruto, 11 De Oliveira, 16 Murilo, 17 Montefalcone, 18 Coco, 19 Di Matteo, 20 Schiochet, 21 Baiocchi. All. Bellarte.

ARBITRI: Parente (Como), Beneduce (Nola). Crono: Micciulla (Roma 2).

MARCATORI: nel pt 7’12’’ De Oliveira (A, autorete), 11’19’’ Cavinato (A), 15’37’’ e 16’05’’ Zanchetta (RR); nel st 3’02’’ e 6’ Cuzzolino (A), 9’07’’ Cavinato (A), 12’40’’ e 15’29’’ Zanchetta (RR), 18’21’’ Crema (RR), 18’50’’ Cavinato (A), 19’54’’ De Oliveira (A).

NOTE: espulsi Chimanguinho (RR) al 9’st e Micoli al 18’50’’ (RR) per doppia ammonizione; ammoniti Micoli (RR), Chimanguinho (RR), Crema (RR), Mammarella (A), Coco (A), Cuzzolino (A), Borruto (A), De Oliveira (A), Zanchetta (RR).