Calcio, Napoli: Kalidou Koulibaly ” Combatterò sempre contro questo razzismo”

Kalidou Koulibaly il difensore senegalese del Napoli, dopo aver avuto varie esperienze di abusi, dichiara che da sempre ha combattuto contro questo problema. Per chi ama il gioco del casinò, roulette, bingo, poker, o altri giochi d’azzardo per un divertimento online, ci sono i migliori casinò non aams sicuri ed affidabili, dove non solo si trova una maggiore qualità lucrativa, ma anche dei prelievi più semplici. Inoltre, tutti gli utenti possono godere di tante varietà di giochi compreso delle Sale live molto più ampie. Nonostante tutto Kalidou Koulibaly difende la città del Napoli che lo ama da quando è arrivato in squadra.

Vittima di abusi

Dopotutto Kalidou Koulibaly è stato vittima di alcune esperienze personali, ma il difensore si è sempre dedicato a portare avanti la la sua battaglia contro il razzismo. Per chi si vuole godere una vacanza in Puglia e trovare le migliori location, c’è la guida che rende più semplice il luogo che si sta cercando, dove per saperne di più si può andare su questo link.  Se andiamo a vedere, Kalidou Koulibaly nella partita del Napoli contro l’Atalanta, è stato assalito dai tifosi bergamaschi all’uscita dal campo, dove lo hanno insultato con grida da razzisti. Quel giorno, il difensore capitano, stava rientrando negli spogliatoi e nel Gewiss Stadium è stato immortalato anche un video che è diventato virale, dove si vede molto bene gli insulti degli ultrà con tanto di parolacce verso il senegalese. Ma non solo, Kalidou Koulibaly è stato vittima di razzismo anche nella partita Firentina-Napoli allo stadio Franchi. Infatti qui, i tifosi toscani hanno preso a parole anche Victor Osimhen e Andrè Zambo Anguissa chiamandoli scimmie e insultati con cori discriminatori molto pesanti. Inoltre qui, la procura Figc ha aperto poi un indagine

Le parole di Kalidou Koulibaly

Il senegalese dopo l’esperienza di razzismo nella partita Napoli-Fiorentina, ha dichiarato: ” Non pretendo alcuna scusa da parte dei toscani e dei fiorentini, nonostante quello che è accaduto ho anche ricevuto solidarietà sia dalla gente della regione che da parte dei calciatori della Fiorentina. Bisogna combattere questo razzismo, tante persone vittime come me non possono farlo, ma io me lo posso permettere e lo farò sempre!”- ha sottolineato Kalidou Koulibaly. Invece a riguardo l’esperienza della partita Napoli Atalanta, la Federcalcio del Senegal sui social ha scritto: ” Sono brutte abitudini le vostre” dove però alcuni tifosi dell’Atalanta hanno risposto con insulti spregevoli rivolti al difensore del Napoli Kalidou Koulibaly. Ma il calciatore nella città di Napoli è ben visto da tutti oltre che ai tifosi, in più lui stesso,  sui social, ha scritto un post con la frase: ” Napoli è antirazzista ” dove la maggior parte dei commenti positivi sono stati diretti dimostrando di averlo sempre amato. Per lui Napoli resta quella città magica dove la gente non si è mai tirata indietro quando Kalidou Koulibay è stato assalito e preso di mira dalle persone razziste.

L’idenficazione di alcuni razzisti

Di tutto quello che è accaduto al calciatore senegalese nella partita contro la Fiorentina si è poi aperta un’indagine. Qui la Procura ha in seguito lanciato degli atti dalla Questura di Firenze che con la Digos hanno poi identificato i responsabili dei cori razzisti che accusavano Kalidou Koulibaly. In effetti grazie alle telecamere dello stadio Franchi dove l’esito delle indagini ha aperto un fascicolo d’inchiesta che tuttavia è ancora in ballo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*