Calcio: Partono le indagini da parte della Procura sull’espulsione di Nicolò Zaniolo. Ecco cosa è accaduto

Ma cosa è accaduto con Nicolò Zaniolo nello spogliatoio di Rosario Abisso dopo la sua espulsione? Per gli aggiornamenti sulla squalifica di Zaniolo e su quello che è accaduto si può andare a trovare le news su Jack Million recensioni. Di qui la Procura Federale indaga sui fatti di Roma-Genoa. Infatti si apre un’inchiesta su segnalazione dell’Aia in quanto nello spogliatoio di Rosario Abisso c’era la presenza dell’ex arbitro Gianpaolo Calvarese al termine della partita Roma-Genoa giocata allo stadio Olimpico il 5 febbraio. Ma Calvarese da poco è diventato il nuovo consulente arbitrale della squadra romana dove la partita con il Genoa era il suo esordio. Però da come si vocifera, l’ex arbitro, sta di fatto che si sarebbe recato agli spogliatoi di Rosario Abisso solo per chiedere delle spiegazioni riguardo l’espulsione di Nicolò Zaniolo.

L’espulsione del calciatore Zaniolo

Nella gara Roma-Genoa, verso la fine della partita l’attaccante Nicolò Zaniolo, segna il goal dopo un’azione iniziata dal centro destra e conclusasi nel centro sinistra dove la palla finisce all’angolino, in effetti ciò in sintesi è quello che poi ha fatto scatenare il tutto. Ma a parte il calcio, per chi ama fare le scommesse online e divertirsi sul web, si può in ogni modo giocare su tutte le categorie dello sport, dove per qualsiasi curiosità si può andare a cliccare qui. Di qui, è successo che in seguito l’arbitro Roberto Abisso, viene richiamato dal Var per il fallo compiuto da Abraham su Vasquez prima della rete per annullare il goal poichè è stato pestato il piede del difensore Vasquez da Abraham. In seguito Nicolò Zaniolo a quel punto si è avvicinato ad Abisso per delle spiegazioni, ma evidentemente non ha gradito la reazione di Zaniolo, così da essere mandato con il cartellino rosso negli spogliatoi. Dunque a questo punto Zaniolo sarà anche squalificato per la partita contro il Sassuolo e forse anche con quella con il Verona.

Negli spogliatoi

Rosario Abisso, al termine della partita, negli spogliatoi ci ha trovato  Gianpaolo Calvarese, ex arbitro abruzzese nuovo conculente della Roma. Però Calvarese, non avendo nessuna autorizzazione, è entrato nello spogliatoio per delle spiegazioni sull’espulsione di Nicolò Zaniolo. Di fatto Roberto Abisso poichè l’ex arbitro senza autorizzazone appunto, non ha digerito l’ingresso negli spogliatoi di Gianpaolo Calvarese e ha così presentato un esposto contro il consulente della Roma. In effetti da qui si è aperto un fascicolo alla Procura Arbitrale con gli atti in seguito poi trasmessi alla Procura FIGC  la quale ne ha aperto l’inchiesta. Quindi Calvarese, poichè non è un tesserato FIGC non può essere nemmeno preso in considerazione dalla Procura Arbitrale perchè non fa più parte dell’Aia e tanto più dalla Procura Federale. Nello stesso tempo però la squadra della Roma rischia una sanzione poichè l’unico che entrare negli spogliatoio degli arbitri è Vito Scala. Inoltre, c’è anche il problema del manager Valerio Cardini che dopotutto a quanto pare doveva avere il compito di vigilare sulle presenze all’interno dello stadio. Quindi in caso di deferimento, dopotutto oltre che alla sanzione che verrà applicata, potrebbe esserci addirittura anche una squalifica per i dirigenti.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*