venerdì 24 novembre 2017
Home / Calcio / Calcio Internazionale / Daryl Janmaat: un nuovo Lichsteiner per la Juve? (VIDEO)

Daryl Janmaat: un nuovo Lichsteiner per la Juve? (VIDEO)

- 7 novembre 2013

Proposto alla Roma un anno fa e seguito con grande attenzione da molti club europei, Juventus in testa, è allo stato attuale uno dei terzini destri più in crescita ed apprezzati del mondo. Parliamo di Daryl Janmaat, del Feyenoord, protagonista della nuova tappa di ScouTAG, la nostra rubrica che viaggia per l\’Europa a caccia dei nuovi talenti del calcio. Che presto, prendete nota, vedremo nei maggiori club del calcio mondiale. Ecco la scheda firmata da Matteo Fittavolini sul terzino destro olandese: «Alto 185 centimetri per 75 chili di peso, Daryl Janmaat, classe \’89, è dotato di un fisico longilineo, atleticamente estremamente prestante. Ha qualità e quantità di corsa fuori dal comune, una tecnica notevole (controllo di palla, protezione e conduzione della stessa e capacità di saltare l\’uomo sono da ala) ed una balistica superlativa, che gli permette di effettuare cross fantastici e di realizzare anche un paio di goal all\’anno. Utilizzato quasi esclusivamente nel ruolo di terzino destro in una difesa a quattro, sia nella sua squadra di club sia in Nazionale, ma per caratteristiche adatto anche a fare il quinto e presidiare tutta la fascia, è un giocatore che partecipa alla fase di possesso in maniera estremamente attiva, facendosi costantemente vedere dai propri compagni, triangolando con loro, sovrapponendosi sia all\’esterno sia, cosa rara per un terzino, all\’interno, per poi giungere al cross o alla conclusione con una frequenza importante. Anche la fase difensiva viene svolta in maniera impeccabile: nonostante le numerose sortite offensive, non manca mai di tornare con tempismo, effettua splendide diagonali, è bravo nel gioco aereo ed è praticamente insuperabile nell\’uno contro uno. Il suo approccio mentale alla gara è decisamente corretto e da esso deriva una costanza di rendimento eccezionale. A questo giocatore non manca davvero nulla per poter giocare, da protagonista, in una grande squadra ed il fatto che la propria Nazionale, a cui non fanno certo difetto le alternative nel ruolo, lo stia utilizzando sempre più spesso ne è un\’ulteriore dimostrazione».