mercoledì 22 novembre 2017
Home / Calcio / Calcio-scandalo, Abodi: «La Giustizia funziona al contrario»

Calcio-scandalo, Abodi: «La Giustizia funziona al contrario»

- 24 dicembre 2013

Il pensiero del presidente della Lega di serie B, Andrea Abodi, sulle tematiche contemporanee del calcio italiano è stato espresso ai microfoni di \’Radio Anch\’io Sport\’. Si parte dalle curve chiuse: «Abbiamo bisogno della responsabilità oggettiva ma abbiamo gli strumenti per renderla “soggettiva”. Bisogna individuare quei 10, 100 che creano disordini allo stadio, e mi chiedo perché non sempre succeda, perché far condividere alle persone perbene sanzioni che vanno circoscritte ai soli responsabili». Scettico, Abodi, sul funzionamento della giustizia italiana in relazione agli scandali del pallone: «Evidentemente c’è qualcosa che non è chiaro ed è bene che emerga ma abbiamo bisogno di una magistratura che nella prima fase riesca a essere silenziosa e operosa, senza spettacolarizzazione. La mia idea è quella di una giustizia che all\’inizio sia silenziosa e operosa e che poi esprima un giudizio e invece mi sembra che funzioni al contrario, con un inizio clamoroso mentre alla fine la montagna partorisce il topolino», dichiara il presidente della Lega di serie B.