sabato 25 novembre 2017
Home / Calcio / Pescara / Amnesie difensive causate da eccesso di sicurezza»

Amnesie difensive causate da eccesso di sicurezza»

- 2 dicembre 2013

Gli sbandamenti difensivi del Pescara spesso arrivano a prescindere da modulo e uomini: da cosa dipendono? «Ormai, dopo aver visto all\’opera tutti i difensori in organico, l\’unica risposta è un eccesso di sicurezza, ergo sufficienza eccessiva in certe situazioni». Sforzini sembra prossimo al rientro: quale sarà il ruolo di Mascara quando tornerà Nando?«Prima di pensare a Sforzini come potenziale titolare credo passeranno altre settimane. Quando sarà pronto per giocare, Mascara dovrà tornare a sinistra oppure sedere in panchina. Oggi credo che non sia facile far posto all\’ex Catania rinunciando a Maniero. Le gerarchie le farà il campo». Siena, Lanciano, Padova, Modena, Empoli: a parte la squadra di Tavano e Big Mac, quale l\’avversario più ostico per i biancazzurri?«Sono tutte partite difficili, che allo stesso tempo potrebbero lanciare i biancazzurri in orbita. La più dura per me è la trasferta di Modena, squadra fortissima in casa e composta da giovani di qualità e piena di entusiasmo». Sulla base di questo organico, mister Marino sta a tuo giudizio ottimizzando le sue risorse, o c\’è qualche altra mossa tecnico-tattica che andrebbe sperimentata?«Credo che al momento abbia trovato i 13-14 elementi con maggiore continuità atletica e adatti per il 3-4-3. Sta tirando fuori il massimo dai giocatori più in forma. Non sarebbe logico sperimentare altre soluzioni oggi. Quando ci saranno più scelte a centrocampo (al momento sono out Viviani e Nielsen) se ne riparlerà».