martedì 21 novembre 2017
Home / Calcio / Pescara / C’è solo il capitano

C’è solo il capitano

- 20 ottobre 2013

Belardi 6: volo plastico su Ristovski. Prodezza che non gli riesce sulla folgore di Jonathas. PUNITO Zauri 4,5: spesso fuori posizione quando il Latina riparte. Qualche intervento al limite della regolarità. SVAGATO Schiavi 6: dopo Balzano, è l’uomo che ha la personalità più spiccata. Prova a tenere a galla una squadra allo sbando. UOMO SOLO Bocchetti 6: il rendimento è superiore ai suoi standard. Con un tackle in anticipo su Jonathas salva un gol già fatto. INNOCENTE Balzano 7,5: voto alto perché lo merita. Cuore, coraggio, spirito di iniziativa e una sfortunata traversa. ESEMPIO Brugman 4,5: il talento uruguagio è lontano parente del giocatore ammirato a inizio stagione. IRRICONOSCIBILE Rizzo 4: l’uomo che doveva spaccare il mondo risulta un fantasma, sia nel filtro che negli inserimenti. Mai stato così fuori luogo. ECLISSI Rossi 5: non fa danni irreparabili, ma è un terzino senza qualità. E la spinta offensiva ne risente. PALLE BUTTATE Cutolo 4,5: di solito salta l’uomo ma non vede la porta. Stavolta non fa nemmeno la prima cosa. Un sinistro smanacciato da Iacobucci è un acuto che non lo salva dall’insufficienza. FIATO CORTO Mascara 4,5: un’apertura per Ragusa nel primo tempo. Stop. Nella ripresa riceve solo palloni alti, e lui si “arrampica” sui difensori per provare a contenderli. TROPPO BRUTTO PER ESSERE VERO Ragusa 4,5: è la vera delusione rispetto a inizio campionato. Perché ci aveva abituati troppo bene… NORMAL PLAYER Politano 5: non è mai facile entrare in corso d’opera e risultare decisivo. Ma il suo destino è quello e se non ci riesci… CHANCE SPRECATA Viviani 5: non entra in partita e quando ha la palla buona dal limite la spara in curva. TUTTO STORTO Padovan sv