giovedì 18 gennaio 2018
Home / Calcio / Pescara / Iannascoli: «Nessuna fuga, ma…»

Iannascoli: «Nessuna fuga, ma…»

- 17 ottobre 2013

Nessun terremoto, nessuna fuga. Quella di ieri in casa Pescara Calcio è stata una giornata particolare, scossa per un attimo dalle dichiarazioni dell’Ad Danilo Iannascoli: «Le mie quote sono a disposizione di chi volesse intraprendere l’avventura all’interno di questa società». Perché questo annuncio così improvviso e inatteso? La fetta dei tifosi ostili alla figura dell’amministratore delegato ha colto l’assist per ipotizzare ironicamente l’inizio della cosiddetta “grande fuga”. Una teoria che ha reso necessaria la rettifica (arrivata in serata) dello stesso Iannascoli: «Questo è un impegno molto stressante e il momento è senz’altro particolare, non ho mai detto che sto lasciando la società, anzi. Il mio sogno è quello di tornare al più presto in serie A e lavorerò sodo per centrare questo obiettivo. Ma credo che ci sia poca tranquillità nell’ambiente, e ho voluto anche capire quale sarebbe stata la reazione dell’editoria pescarese alle mie parole». Se non è giusto dunque parlare di “fuga”, è senz’altro più lecito parlare di “apertura” dell’Ad a nuovi scenari. Che possano prevedere anche un disimpegno totale dalle due realtà sportive che lo vedono ricoprire un ruolo dirigenziale (Pescara e Pescara c5): «Per il futuro l’idea sarebbe quella – ammette Iannascoli – proprio per il fatto che l’impegno è assai gravoso e il tempo da dedicarvi è sempre meno».