martedì 21 novembre 2017
Home / Calcio / Pescara / Palomba blinda Ragusa: «A gennaio non si muove da Pescara»

Palomba blinda Ragusa: «A gennaio non si muove da Pescara»

- 16 dicembre 2013

La stagione di Antonino Ragusa non sta passando di certo inosservata. Gol e prestazioni d’autore hanno fatto iniziare il tam-tam di mercato sul futuro del classe ’90 del Delfino in comproprietà con il Genoa, ma Gerry Palomba, procuratore del ragazzo, non ha dubbi. «A gennaio non si muoverà da Pescara», dichiara in esclusiva a Sportag. «Non voglio sembrare un agente anomalo, ma ho sempre pensato che il mercato invernale abbia tanti rischi. Cambiare nel corso della stagione agonistica comporta un momento di rottura anche a livello di abitudini di vita che non giova, soprattutto in un caso come quello di Antonino. Sono dunque sempre propenso a mantenere i giocatori nelle squadre dove hanno cominciato l’annata sin dal ritiro precampionato. Nel calcio, come nella vita, mai dire mai: può sempre arrivare l’offerta irrinunciabile per le società e per il calciatore, ma Ragusa a Pescara sta benissimo. A giugno poi le società ragioneranno sul da farsi». La prima parte di stagione di Ragusa ha sorpreso tutti tranne uno, lo stesso Palomba: «Non mi stupisce, ero sicuro che Antonino avrebbe continuato ad esprimersi a grandi livelli. L’anno scorso a Terni ha fatto sicuramente meno gol, ma le prestazioni sono state tutte importanti e ricordiamoci che in alcune circostanze ha agito anche da terzino. Credo che la duttilità sia una vera arma a sua disposizione: può ricoprire qualsiasi ruolo nelle catene esterne, a prescindere dai moduli, ed a Pescara, quando è stato schierato da mezzala, ha fatto vedere che può disimpegnarsi molto bene anche come interno nel 4-3-3». Qualche addetto ai lavori ipotizza un futuro alla Zambrotta per lui, da ala a terzino, per imporsi in Serie A: «Intanto gli auguro di avere una carriera come quella di Gianluca», chiosa ridendo, «ma sono certo di una cosa. La sua capacità di giocare partendo anche da lontano e la sua facilità di corsa gli potrebbero consentire di ben figurare anche nella massima serie in un ruolo diverso da quello di attaccante».