venerdì 19 gennaio 2018
Home / Calcio / Pescara / Pescara schiavo dello spettacolo a tutti i costi»

Pescara schiavo dello spettacolo a tutti i costi»

- 5 novembre 2013

Mister Marino è stato criticato dopo il pari beffa contro il Brescia per una mancata gestione del risultato: perché il Pescara continua a difettare in questo aspetto?«Marino avrebbe potuto fare scelte diverse per difendere i due gol di vantaggio. Ma è anche vero che una squadra con tanti elementi di esperienza dovrebbe sapere come si porta a casa una partita del genere. Invece il Pescara sembra schiavo della sua voglia (non concretizzata) di cercare il gioco a tutti i costi e dare spettacolo». Come va interpretata la scelta di inserire Cutolo (e non un centrocampista) al posto di Ragusa sul 3-1 a un quarto d\’ora dalla fine? E\’ stato secondo te un errore, quello del tecnico?«Anche se ci manca la controprova, lo ritengo un errore. Sarebbe stato più utile un attaccante di maggior peso (e centimetri): Maniero o Padovan. Va detto anche che Cutolo avrebbe potuto fare molto di più per aiutare la squadra a difendere il vantaggio». Ti ha stupito una autocritica così forte come quella di Mascara a fine partita? «Mi ha piacevolmente stupito, visto che lo stesso Mascara aveva puntato il dito in passato verso la stampa in modo alquanto inopportuno. Mascara è il più esperto del gruppo e sa che bisogna dire la verità dentro e fuori dallo spogliatoio se si vuole crescere e migliorare». Quale giocatore, in questa squadra, può e deve prendersi la responsabilità di diventarne il leader carismatico?«Credo che il leader debba farlo proprio Mascara. Al di là di quanti gol riuscirà a segnare, e delle partite che giocherà, potrà e dovrà diventare un riferimento per tutti. Sarebbe la fortuna di Marino. Prima inizia a farlo, prima si cancelleranno certi errori».