sabato 25 novembre 2017
Home / Calcio / Pescara / Ragusa d’oro: Cittadella-Pescara 0-1

Ragusa d’oro: Cittadella-Pescara 0-1

- 9 novembre 2013

E’ sempre lui l’uomo più decisivo di questo Pescara. Tonino Ragusa realizza un gol d’oro al Tombolato di Cittadella, che regala i 3 punti al Pescara (a quota 15 in classifica) e allontana gli affanni dell’ultimo periodo. Bravo Belardi a salvare i suoi in 2 occasioni. Gli uomini di Foscarini ci hanno provato soprattutto con gli schemi su palla inattiva, ma si sono fermati al palo di Colombo (24’ della ripresa). IN CAMPO Tutto confermato in casa Pescara rispetto alla gara di venerdì scorso contro il Brescia. Compreso Bocchetti, che resiste alla concorrenza di Frascatore. Cittadella in campo con il 3-5-2: la fantasia del mancino Di Roberto al servizio del veloce Coralli. SEMPRE RAGUSA Politano è subito reattivo e propositivo, ma il primo pericoloso della partita è firmato Ragusa: al 7’ l’esterno del Pescara ci prova in due tempi dopo un assolo, ma prima Di Gennaro e poi una coordinazione troppo difficile gli mettono i bastoni tra le ruote. Questione di minuti, perché all’11’ Mascara inventa un meraviglioso assist in verticale per il taglio dello stesso Ragusa, che insacca sotto la traversa con un destro potente: 1-0 Pescara. La punta centrale di Marino si muove bene da falso nueve, andando incontro al pallone e liberando spazi per i tagli sugli esterni. Il primo squillo vero del Cittadella arriva al 20’ con un colpo di testa di Sosa che chiama Belardi alla gran parata sul primo palo. Portiere biancazzurro ancora super al 22’ su stacco di Coralli: smanacciata decisiva e palla che sbatte sulla traversa. Il Pescara perde linfa ed equilibrio, i padroni di casa provano ad approfittarne: alla mezz’ora grande chance per Busellato, che calcia debolmente da ottima posizione e trova Belardi attento sulla linea di porta. La pressione del Cittadella libera spazi per l’estro di Mascara, che al 35’ lancia in velocità Ragusa: incredibile l’errore dell’esterno nell’appoggiare il più facile dei palloni a Politano, con Di Gennaro che ringrazia e blocca. Al 38’ rete annullata a Coralli, che controlla con il braccio prima di segnare. E’ l’ultimo sussulto della prima frazione, che si conclude con gli ospiti in vantaggio. BUNKER Il Pescara rientra in campo con la consapevolezza che farsi schiacciare per 45’ potrebbe rappresentare un suicidio. Brugman, Politano e Ragusa la mettono sul fraseggio stretto, mentre i padroni di casa tentano sistematicamente schemi nuovi e a sorpresa sulle palle inattive. Al quarto d’ora Foscarini mette in campo l’attaccante Dumitru al posto del difensore Sosa, e l’ex Napoli vivacizza subito la gara. Al 24’ Cittadella vicino al pari con il sinistro al volo di Colombo, che scheggia il palo con Belardi comunque attento da quelle parti. Al 28’ è Zuparic a far sobbalzare Marino dalla panchina, ma il colpo di testa ravvicinatissimo su punizione perfetta di Brugman termina clamorosamente fuori. I padroni di casa perdono la verve per l’assalto finale, nonostante qualche palla lunga buttata in area senza troppa precisione, e il Pescara riesce a congelare il risultato, conservando il prezioso gol di Ragusa e portando a casa 3 punti fondamentali per la classifica. I 15 punti valgono la colonna di sinistra per la squadra di Marino. Dettaglio di colore che fa bene alla salute. RILEGGI LA DIRETTA WEB