sabato 25 novembre 2017
Home / Calcio / Pescara / Un Pescara col fiato corto

Un Pescara col fiato corto

- 30 dicembre 2013

Belardi 7: para mezzo rigore e il grandissimo intervento su stacco di Rugani vale come un gol. GATTO Zauri 5,5: usa spesso le manieri forti su Maccarone e lo fa con esperienza. Sul secondo gol è in chiaro ritardo. DISORIENTATO Bocchetti 6: Deve sostituire il pilastro del reparto e deve farlo contro avversari di assoluto valore. Se la cavicchia. PRESSIONE Capuano 5,5: soffre a tratti come tutto il reparto, che concede la palla gol a Rugani e nella ripresa offre spazi letali al contropiede dei toscani. Bravissimo però nell’opporsi allo scatenato Croce. APNEA Balzano 5,5: il fallo da rigore pesa sul voto. Anche perché è decisivo in un paio di interdizioni nel primo tempo, e nella ripresa offre la sua consueta spinta. PENALITA\’ Zuparic 5: l’uomo che appare maggiormente in difficoltà nell’interrompere il fraseggio stretto empolese tra le linee. STRESSATO Brugman 6,5: inizia alla grande con le sue solite pennellate, cala enormemente alla distanza per stanchezza fisica. SPOSSATO Rossi 6: azzecca l’assist a Ragusa, ma sbaglia troppi cross dal fondo, morbidi anziché tesi. PALOMBELLA Politano 5,5: mette un bel cross per Maniero (doppio tentativo concluso con il palo) ma per il resto si vede pochissimo, non solo per suoi demeriti. CONCORSO DI COLPA Maniero 5,5: momento sfortunato: sul palo meriterebbe il gol, al 5’ minuto di recupero anche. Ha bisogno di tirare il fiato. CALO DI ZUCCHERI Ragusa 7,5: Finiti gli aggettivi per definire un giocatore che a tratti dà l\’idea di essere di altro pianeta e di poter segnare in qualsiasi momento. RECORD Sforzini, Cutolo e Rizzo sv