giovedì 19 ottobre 2017
Home / Calcio / CERCASI SOLUZIONI

CERCASI SOLUZIONI

- 20 novembre 2016
Il Pescara durante un allenamento

Il Pescara durante un allenamento

La faccia di Oddo a fine gara è la sintesi del momento attuale in casa Pescara. Occhi attoniti, ghigno di sconforto, andamento lento verso il tunnel degli spogliatoi. Impotenza.

I biancazzurri perdono anche a Torino contro la capolista. Lo fanno subendo tre reti e segnandone zero, nonostante tre chance da gol siano state nel complesso create. Non basta. Niente sembra bastare, in questo frangente, per uscire dalla crisi o per lo meno per scorgere un orizzonte color verde speranza.

Il tecnico ha motivato i cambiamenti di modulo e uomini contro la Juve: “Volevo rendere la squadra più corta e compatta, lo siamo stati ma abbiamo perso il fraseggio e la pericolosità offensiva”. La classica coperta corta. Nonché ennesima dimostrazione che qualcosa a gennaio andrà fatto obbligatoriamente.

L’agonia in casa biancazzurra potrebbe avere sulla carta un altro capitolo doloroso domenica prossima all’Olimpico contro la Roma. Poi 4 gare “alla portata”, sempre sulla carta. Cercasi soluzioni immediate. Oddo è ancora una volta chiamato ad estrarre dal cilindro qualcosa che attualmente nel cilindro pare non esserci. Per ora possiamo soltanto annotare e sottolineare elementi sparsi e confusi, specchio della squadra adriatica, come gli evidenti limiti tecnici di alcuni elementi, l’involuzione di Zampano, la fragilità muscolare dei centrali difensivi, l’impegno di Caprari, la disponibilità di Pepe, l’eclissi di Aquilani. Cercasi soluzioni a questa profonda crisi di identità.