sabato 23 settembre 2017
Home / Calcio / A Chieti non si scherza: allenamenti alle 6.30 del mattino e duro monito della società

A Chieti non si scherza: allenamenti alle 6.30 del mattino e duro monito della società

- 11 novembre 2015

chietiAcque agitate in casa Chieti. Dopo la sconfitta di Isernia la società ha preso una posizione forte nei confronti dei giocatori, chiamati a un maggior impegno dentro e fuori dal campo. Ecco la nota ufficiale del club.

 

“Questa mattina si è svolto un incontro tra la dirigenza e la squadra per chiarire come ripartire dopo la pessima prestazione di Domenica scorsa ad Isernia.

Ci si è chiesti quale sia il vero volto del Chieti: quello delle ottime prestazioni contro il Monticelli in casa o ancor di più a Fano contro l’allora capolista del nostro girone, oppure quello della suddetta partita di Isernia.

E’ stato evidenziato che da oggi si riparte da ZERO, cercando di carpire quanto fatto di buono fino ad ora ed eliminando gli errori commessi.

Il Patron Pomponi ha ancora una volta ribadito che chi non capisce L’IMPORTANZA DEL  PROGETTO CHIETI CALCIO può tranquillamente scegliere di non farne più parte: il gruppo deve tornare ad essere GRUPPO facendosi un bagno di umiltà.

Il PATRON ha deciso che da oggi fino a Venerdì gli allenamenti si svolgeranno alle 06:30 di mattina, tenendo a precisare che non si tratta di una punizione nei confronti dei giocatori, ma si vuole altresì far capire loro il significato delle parole LAVORO e FATICA, in considerazione del fatto che essere giocatori di calcio è sinonimo di privilegio.

LA SOCIETA’ RIBADISCE LA PIENA FIDUCIA A TUTTO LO STAFF TECNICO E ALLA SQUADRA, CERTA DI OTTENERE IMMEDIATAMENTE UN SEGNALE DI CAMBIAMENTO”.