martedì 12 dicembre 2017
Home / Calcio / Coraggio e pazienza: ora tocca a società e tifosi #Riforma

Coraggio e pazienza: ora tocca a società e tifosi #Riforma

- 21 novembre 2014

Approvata la Riforma sul tetto alle rose delle società italiane di calcio: ma per la vera svolta occorre una rivoluzione culturale

 

figc okNon serve ridurre le rose, bisogna ridurre l’ipocrisia“, dice il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini. Ha ragione. Ma evidentemente nel nostro calcio non si può andare avanti solo con finte buone intenzioni.

Ci si lamenta spesso della mancanza di pragmatismo. Ora una riforma, quella sul tetto alle rose delle società e sui tesseramenti degli extraxcomunitari, è stata approvata. Il Consiglio federale ha detto sì alla proposta della Figc. Rose composte da 25 calciatori, di cui 4 cresciuti in Italia e 4 cresciuti nel vivaio del club stesso.

Come accade per tutte le leggi dello stato italiano, il problema non sta tanto nella loro esistenza, quanto nella loro postuma e concreta applicazione. Tutti i club italiani hanno un vivaio. Più o meno strutturato, più o meno competitivo. Avranno il coraggio di puntare sui giovani e la pazienza di aspettarli? Avranno i tifosi di tali club quella stessa pazienza? Il processo di maturità del nostro calcio passa attraverso un cammino delicato, complesso, condiviso. Saranno i fatti a dire se la direzione è quella giusta. Modus operandi delle società italiane da una parte, feedback dei rispettivi tifosi dall’altra: la risposta alla crisi del calcio italiano passa inevitabilmente da qui.