venerdì 23 giugno 2017
Home / Calcio / DIVIETO DI SOSTA

DIVIETO DI SOSTA

- 2 ottobre 2016

oddo-2017Se è vero che le parole dell’allenatore sono l’ago della bilancia, in casa Pescara è ufficialmente scattato il primo campanello di allarme.

Dopo 6 giornate passate a spegnere i troppi elogi e a respingere le prime piccanti critiche, Massimo Oddo cambia registro. “E’ mancato equilibrio, è mancata esperienza, è mancato il gruppo”. E quando manca tutto questo non si va da nessuna parte.

La comunicazione è importante, Oddo lo sa. La strigliata a mezzo stampa e prima ancora in privato dopo il ko con il Chievo suona come monito per tutto l’ambiente. Salvo poi recuperare un doveroso ottimismo a mezzo social (“Momenti difficili ne abbiamo vissuti in B e in A ce ne saranno tanti…ma sono convinto che ne usciremo da squadra. Avanti!”, scrive il tecnico in tarda sera).

La sosta per gli impegni delle nazionali sarà il banco di prova per apportare le necessarie modifiche alla vettura biancazzurra. Nell’attuale campionato di A ci sono altre squadre in evidente difficoltà, tra queste anche la Sampdoria, avversario del Delfino all’Adriatico al ritorno in campo dopo lo stop. Ma non può essere certo una attenuante. La salvezza è un obiettivo difficile. Va bene restare tranquilli e non farsi prendere dall’ansia (che potrebbe crescere ulteriormente qualora il ricorso del Sassuolo venisse accolto…). Ma urge un cambio di passo netto e deciso. Altro che sosta. Restare fermi sugli stessi difetti è assolutamente vietato.