sabato 22 luglio 2017
Home / Calcio / Piccola frenata: Entella-Pescara 0-0

Piccola frenata: Entella-Pescara 0-0

- 30 aprile 2016

Serie B, 39esima giornata: a Chiavari prevale l’equilibrio

 

Nella giornata dei pareggi, il segno x colpisce anche il Pescara. Piccola frenata del Delfino sul campo dell’Entella: finisce 0-0 con poche emozioni e un punto in più in classifica (ora sono 65) ad ogni modo utile nella corsa ai playoff.

Non parte benissimo il Pescara, anzi in avvio è un monologo Entella. Padroni di casa vicinissimi al gol tre volte nei primi 10 minuti, con Oddo che perde subito Mandragora per infortunio e lo sostituisce con Zuparic. I biancazzurri, per l’occasione in maglia rossa, si affidano quasi esclusivamente a conclusioni dalla distanza firmate Caprari e Torreira. L’uruguagio sfiora il gol al 23esimo con destro in corsa su assist di Caprari, il quale tre minuti prima aveva innescato per la prima volta nel match bomber Lapadula, arginato dall’attento Iacobucci. L’Entella appare sornione ma può colpire sull’asse Di Carmine-Masucci, come accade al 29esimo con destro a lato dell’attaccante. Per il resto c’è poco altro da raccontare, se non il disappunto di Oddo per alcune decisioni arbitrali ritenute troppo “british”.

La ripresa si apre con un episodio dubbio in area ospite: Benali spinge in modo lieve Iacoponi, per il direttore di gara è tutto regolare. Il centrocampista libico del Pescara avrebbe la grande chance del vantaggio al 13esimo, tutto solo davanti alla porta sguarnita, ma Ceccarelli è lestissimo e salva i suoi in corner. Al quarto d’ora finisce la partita di Caprari, e stavolta la scelta di Oddo è puramente tecnica. Al posto dello spento fantasista entra Cappelluzzo, nella speranza di ravvivare un attacco insolitamente opaco. Lo dimostra il destro al volo troppo tenero di Lapadula al 28esimo, con Iacobucci che ha vita facile in presa bassa. Oddo si gioca anche la carta Mitrita per rompere l’equilibrio, ma è Palermo (Entella) a sfiorare l’eurogol al 40esimo con un gran destro di poco fuori. Una mischia in area biancazzurra risolta da Fiorillo è l’ultimo sussulto del match. Il Pescara sale a quota 65 punti, in attesa della attesa sfida di domenica prossima all’Adriatico contro la Virtus Lanciano.