martedì 12 dicembre 2017
Home / Calcio / Il Pescara anti-Modena: Pucino centrale, dubbio Memushaj, e Pasquato…

Il Pescara anti-Modena: Pucino centrale, dubbio Memushaj, e Pasquato…

- 21 novembre 2014

Il tecnico biancazzurro Marco Baroni in conferenza stampa

 

 

Marco Baroni

Marco Baroni

Raffaele Pucino al centro della difesa in coppia con Salamon, Zampano e Grillo esterni bassi, Lazzari alto a sinistra. In mezzo al campo, accanto a Zuparic, uno tra Memushaj e Appelt. Davanti, vista la doppia diffida di Maniero e Melchiorri, occhio alla possibile mossa Pasquato dal primo minuto. Ecco in sintesi le indicazioni derivanti dalla conferenza stampa del tecnico del Pescara Marco Baroni, in vista della trasferta di Modena in programma domani pomeriggio.

Le diffide? Un pensierino ce l’ho fatto, ma voglio pensare a questa partita senza farmi condizionare dal resto”, ha detto Baroni pensando al derby con il Lanciano di venerdì prossimo. Maniero e Melchiorri, ad esempio, con un giallo salterebbero la supersifda con i rossoneri. Possibile che uno dei due parta dalla panchina? “Ci può stare ma ripeto, non voglio condizionamenti. Pasquato? Sono stracontento di lui, si allena come una belva e sta crescendo molto, non soltanto in fase di possesso palla ma anche quando dobbiamo andare a ricoqnuistarla. L’attacco? Voglio che le due punte giochino più vicine tra loro, a volte lo facciamo bene, a volte ancora no”.

Ecco: Baroni pone l’accento proprio su questo aspetto. “Il Pescara ha bisogno di risultati, questa è la priorità. Con i risultati positivi si ha poi la forza di allenarsi bene. Voglio una squadra famelica nelle due fasi di gioco. Domani sarà importante soprattutto questo”.

Il Modena ha voglia di riscatto: “Sì, ho letto i giornali e desumo grande spirito di rivalsa in loro, – ammette Baroni – è una squadra che ha la grinta del suo tecnico”.

Dicevamo del dubbio Memushaj: “Ledian è straordinario, mi ha già dato massima disponibilità. Ha fatto due giorni di assoluto riposo, solo oggi si è allenato blandamente. Vorrei però preservarlo da sovraccarichi e infortuni, valuterò per bene domani”.

Chiusura sul rinnovo di contratto: “Ho letto qualcosa in merito al sottoscritto e Maniero, ma come ho detto al presidente Sebastiani, ora la nostra testa deve essere rivolta soltanto alla partita. Stiamo crescendo, soprattutto nella testa, siamo più sereni, e questo si ripercuote positivamente sul ritmo e sull’intensità dei ragazzi. Domani dovremo confermarlo”.