martedì 21 novembre 2017
Home / Calcio / Il week end dei record

Il week end dei record

- 10 novembre 2013

Tre avvenimenti che resteranno nella storia si sono consumati quasi in contemporanea in un sabato di novembre 2013 che altrimenti sarebbe stato grigio come il meteo consueto d’Autunno. Marcello Lippi, Cristiano Ronaldo e il Bayern Monaco scrivono nuove indelebili pagine di storia calcistica nel giorno del trentanovesimo compleanno di uno dei Signori del Pallone d’età contemporanea, Alex Del Piero (che ha festeggiato la ricorrenza regalando al suo Sydney il gol del 3-2 sul Melbourne). Iniziamo con Marcello Lippi, l’Eroe Moderno dei Due Mondi. L’ex C.T. azzurro è diventato, portando per la prima volta un club cinese alla vittoria in una competizione internazionale, il primo allenatore ad aver vinto in carriera una Champions League in due continenti diversi. Il suo Guangzhou Evergrande ora sogna un magico triplete: dopo Scudetto e Coppa Campioni, infatti, è in semifinale nella Coppa Nazionale. Sarà Lippi il Mou asiatico? A proposito dello Special One: proprio nello stesso giorno del trionfo del Paul Newman italiano, non può festeggiare al meglio la sua centesima panchina casalinga con il Chelsea. Il West Bromwich, infatti, ferma i Blues sul 2-2 e solo un rigore di Hazard addirittura al 97’ evita la sconfitta a Cech e Company. L’ex allievo di Mou (e suo connazionale) Cristiano Ronaldo nel 5-1 del suo Real Madrid al Real Sociedad griffa una storica tripletta. Per la 23esima volta da quando gioca con le Merengues, infatti, ha realizzato 3 o più gol in una sola partita. Formidabile. Sono già 226 le marcature totali con la camiseta blanca in 216 match, una media spaventosa che promette di esser ritoccata in positivo: in questa stagione, infatti, ha già siglato 16 reti in 13 gare di Liga e 8 marcature in 4 partite di Champions League. Che sia l’anno buono per il Pallone d’Oro? Forse no, Ribery e Robben sono, più di Messi e di Ibrahimovic (a proposito, tripletta anche per lui in Ligue 1), gli avversari da battere. Il tandem bavarese ha stabilito un nuovo record con il Bayern: la vittoria per 3-0 sull’Augusta, infatti, coincide con il 37esimo risultato utile in Bundesliga, vale a dire la striscia d’imbattibilità più lunga nella storia del calcio tedesco, 31 vittorie e 6 pareggi con 98 gol all’attivo (media di 2,6 a gara) e 21 al passivo. Una sola parola: impressionante.