lunedì 21 agosto 2017
Home / Calcio / Lapadula-Milan: quando Berlusconi dice sì…

Lapadula-Milan: quando Berlusconi dice sì…

- 24 giugno 2016

Un affare chiuso in pochi minuti da una stanza di ospedale. Squilla il telefono del presidente del Pescara Daniele Sebastiani: è Galliani. Il Milan vuole Gianluca Lapadula. La cosa è seria. Dalla mano dell’Ad il telefono passa a quella del presidente rossonero Silvio Berlusconi. Affare fatto.

L’aneddoto raccontato da fonti vicinissime all’entourage del centravanti coincide con la parola “fine” messa alla telenovela di mercato più gustosa delle ultime settimane. Scavalcata la concorrenza del Napoli, a Lapadula andranno in totale 1,2 mln a stagione per 5 anni. Operazione da 10 milioni circa, soldi che finiranno nelle casse del Delfino.

Scelta giusta da parte del giocatore? Da ieri sera se lo chiedono in tanti. Il blasone del club rossonero non si discute, il progetto tecnico futuro quello sì. Ma tra un mister B che sparisce e un sodalizio cinese che si accende a intermittenza, la certezza al momento si chiama Silvio Berlusconi. Colpo di mercato dalla stanza di ospedale, e verosimilmente, nessuna voglia di mollare la sua creatura calcistica.