giovedì 23 novembre 2017
Home / Calcio / Lega Pro / Ascoli Calcio, fallimento vicinissimo

Ascoli Calcio, fallimento vicinissimo

- 16 dicembre 2013

La storia dell’Ascoli Calcio è ormai prossima al capitolo finale. Non ci sono state vere e proprie novità nell\’assemblea degli azionisti di stamane. Costantino Nicoletti, Amministratore Unico del club, al termine della partita con il Gubbio (0-0), aveva chiesto scusa ai tifosi nel corso di un\’amara conferenza stampa, salutando una città che comunque gli ha regalato affetto e sostegno in un momento drammatico dello sport piceno. «L\’Ascoli Calcio è fallita», la conferma del dimissionario Nicoletti all\’uscita dalla sede di Corso Vittorio Emanuele, davanti a circa 400 tifosi. «Domani sarò in tribunale ma l\’Ascoli Calcio manterrà il titolo, la categoria e la squadra. Ci sarà un curatore fallimentare che garantirà le normali attività societarie e sportive», prosegue Nicoletti come riportato da “Picenotime”. La partita Ascoli-Gubbio, sarà dunque l\’ultima della attuale società Ascoli Calcio 1898 visto che un\’eventuale nuova compagine dovrà avere una diversa denominazione sociale. Un percorso che nella vicina Pescara conoscono bene. Il curatore fallimentare nominato dal tribunale gestirà la squadra fino al termine della stagione se nel frattempo non ci saranno proposte di acquisto da parte di soggetti interessati. All’orizzonte, tuttavia, appare difficile una cordata di imprenditori marchigiani interessati all’acquisto del sodalizio, come fu per il Delfino quasi un lustro fa.