venerdì 19 gennaio 2018
Home / Calcio / Lega Pro / Teramo e L’Aquila: un entusiasmo contagioso

Teramo e L’Aquila: un entusiasmo contagioso

- 14 ottobre 2013

La vetta è lì, distante appena un punto. E all’Aquila si comincia a sognare la Serie B. La corsa dei rossoblù non si ferma: anche il Grosseto è costretto ad alzare bandiera bianca (1-0) in un Fattori in cui l’entusiasmo comincia ad essere contagioso. Il gol decisivo porta la firma di un aquilano doc, il mediano Lorenzo Del Pinto, che colpisce nel primo tempo. Poi la squadra di Giovanni Pagliari ha la forza di soffrire nei momenti di maggiore difficoltà. E allora pure i maremmani, malgrado una seconda parte di gara condotta dall’inizio alla fine, vanno al tappeto. Anche perché, a dire il vero, la squadra di Cuoghi non si rende mai veramente pericolosa. La quarta vittoria di fila, dunque, è l’ennesima conferma che L’Aquila può dire la sua nei piani alti del girone B di Prima divisione. Il Teramo affonda il Martina (1-4) e resta solo alle spalle della capolista Cosenza. I biancorossi vedono da vicino il primo posto del girone B di Seconda divisione, ora lontano appena un punticino. L’inzuccata di Bernardo a metà tempo spiana la strada alla squadra di Vincenzo Vivarini. Che raddoppia in avvio di ripresa con il neo entrato Pietrella. Il gol di Rocchi, che accorcia le distanze a una manciata di minuti dalla fine, non cambia la storia di una partita dominata dal Diavolo. Così arrivano – meritatamente – anche la terza e la quarta rete: a tempo scaduto prima lascia il segno Casolla e poi ancora Bernardo. Il successo tutto cuore e grinta che il Chieti – in inferiorità numerica – conquista all’Angelini completa l’exploit abruzzese. La squadra di Pino Di Meo vince (1-0) la seconda partita consecutiva e si lascia alle spalle una partenza con più ombre che luci. Lorenzo Cinque, in avvio di ripresa, spazza via la resistenza dell’Aversa Normanna con un gran tiro al volo dopo un primo tempo in cui i neroverdi avevano fatto la partita. E pensare che l’1-0 arriva due minuti dopo che i teatini restano in dieci per l’espulsione di Borgese. Grande paura, in campo, al 46’ del secondo tempo. Dopo uno scontro di gioco, il teatino Daleno e il campano Orlando vengono trasportati, in ambulanza, all’ospedale di Pescara: il primo rimedia dieci punti di sutura all’arcata sopraccigliare, mentre il secondo nove per una profonda ferita alla testa. RISULTATI Pr. Div gir. B Ascoli-Salernitana 1-1, Gubbio-Benevento 2-2, L\’Aquila-Grosseto 1-0, Nocerina-Catanzaro 0-4, Paganese-Lecce 0-1, Perugia-Pisa 0-1, Pontedera-Pratot2-2, Viareggio-Frosinone 0-0 CLASSIFICA: Pontedera 17 L\’Aquila 16 Pisa 14 Frosinone 14 Catanzaro 12 Benevento 11 Prato 11 Salernitana 8 Perugiat8 Ascoli 7 Grosseto 5 Viareggio 5 Gubbio 4t Leccet4 Paganese 3 Barlettat2 Nocerina 1. RISULTATI Sec Div gir. B Ischia-Sorrento 0-0 Casertana-Castel Rigone 1-0, Chieti-Aversa 1-0 Cosenza-Melfi 1-0tGavorrano-Vigor Lamezia 1-1 Martina-Teramot1-4 Messina-Foggia 0-3 Poggibonsi-Aprilia 2-1 Tuttocuoio-Arzanese 2-0t CLASSIFICA: Cosenza 16 Teramo 15 Vigor Lamezia 14 Melfi 12 Poggibonsi 11 Aprilia 11 Tuttocuoio 10 Aversat10 Casertana 10 Chieti 9 Foggia 9 Sorrentot8 Ischia 7 Gavorranot7 Messina 6 Martina 6 Castel Rigone 4 Arzanese 2