venerdì 26 maggio 2017
Home / Calcio / Ore 12.30: Pescara-Empoli, sfida ad alta tensione

Ore 12.30: Pescara-Empoli, sfida ad alta tensione

- 6 novembre 2016

Il primo avversario da battere sarà la tensione. Evidente, comprensibile, palpabile. E poi l’Empoli, in campo, tra poco, alle 12.30. È  un’attesa particolare e a tratti logorante, quella del Pescara.

Il tecnico Oddo ha provato a descrivere lo stato d’animo generale in conferenza stampa, sottolineando un passaggio chiave: “Nessuno può nascondere che quella con l’Empoli sia una sfida importante che per noi vale doppio, é una partita che dobbiamo provare a vincere in tutti i modi, ma soprattutto è fondamentale non perdere”.

È un tentativo di alleggerire ore di comprensibile tensione. L’obbligo della vittoria può avere effetti controproducenti, ma è chiarissimo che i 3 punti sarebbero una iniezione di positività devastante per il Delfino.

Oddo ha respinto al mittente i dubbi sulla personalità della sua squadra contro avversari meno blasonati: “Io credo invece che il Pescara abbia una forte personalità e lo dimostra il fatto che andiamo a giocarcela su tutti i campi, certo che le grandi squadre lasciano spazi perché anche loro se la giocano a viso aperto mentre altre formazioni si chiudono e sfruttano le loro chance , ed è lì che noi andiamo in difficoltà”.

Che partita sarà Pescara-Empoli? È lecito attendersi un atteggiamento prudente e di studio da ambo le parti almeno inizialmente ,  la paura di sbagliare e subire gol repentinamente potrebbe farsi sentire. Per spostare gli equilibri servirà difendersi bene specialmente sulle palle inattive, ma sarà fondamentale assecondare l’azione offensiva portando più uomini possibile nella metà campo rivale e portando a termine la manovra con tentativi a rete degni di questo nome. Manca poco. Alle 12.30 la tensione si farà da parte e l’Empoli sarà l’unico vero avversario del Pescara.