martedì 12 dicembre 2017
Home / Calcio / Pescara, Baroni e l’ansia da prestazione

Pescara, Baroni e l’ansia da prestazione

- 23 dicembre 2014

VERSO PESCARA-VARESE: PUNTI E BEL GIOCO PER ALLONTANARE I FANTASMI

 

Baroni tiene a rapporto i suoi giocatori (foto emmetì)

Baroni tiene a rapporto i suoi giocatori (foto emmetì)

Mancano poche ore, ma sembra un’eternità. Il Pescara ospita domani il Varese, penultima sfida del 2014. Gara delicatissima. Checchè ne dica il presidente Sebastiani, Marco Baroni si gioca tantissimo in questa sfida. Paradossale ma vero, nonostante una striscia positiva di 6 risultati utili consecutivi nelle ultime 7 partite, il clima attorno al tecnico è piuttosto ostile.

“Dobbiamo fare una grande prestazione”, ha detto Baroni in conferenza stampa. L’allenatore sente la voglia, ma più che altro la necessità di trovare una prova convincente e accattivante. L’indice di gradimento della piazza è bassissimo, invertire il trend non sarà facile. Arrivare alla sosta con due prove importanti sarebbe unico modo per rimettere insieme i pezzi di un progetto che per tanti motivi fatica a ingranare.

Sebastiani professa fiducia massima nell’uomo e nel tecnico Baroni. Un tentativo evidente di stemperare l’ansia da prestazione che pervade lo spogliatoio biancazzurro. C’è poco tempo per studiare soluzioni alternative. Si chiederà un sacrificio a chi ha più classe (Brugman, Memushaj, Melchiorri), poi si aspetterà il mercato, e nel frattempo si inizierà a lavorare su nuove soluzioni tattiche: questo Pescara non piace, inutile nasconderlo.  Il mese di gennaio dovrà riconsegnare alla gente una squadra diversa, più affamata, divertente e competitiva di quella vista finora.

CONVOCATI

Portieri: ALDEGANI, ARESTI, FIORILLO

Difensori: ZUPARIC, BOLDOR, PUCINO, ZAMPANO, SALAMON, VITTURINI

Centrocampisti: APPELT PIRES, BJARNASON, SELASI, BRUGMAN, MEMUSHAJ, TORREIRA

Attaccanti: PASQUATO, DA SILVA, MANIERO, MELCHIORRI, POGBA, POLITANO, CAPRARI