giovedì 23 novembre 2017
Home / Calcio / 1-1 con il Latina: il Pescara chiude al quarto posto

1-1 con il Latina: il Pescara chiude al quarto posto

- 20 maggio 2016

Ultima di B: Dumitru risponde a Lapadula, nerazzurri salvi, Delfino contro Bari o Novara

 

1-1 in casa contro il Latina (ufficialmente salvo): così il Pescara chiude al quarto posto il suo campionato e giocherà domenica prossima la semifinale playoff contro la vincente di Bari-Novara.

Le due squadre partono forte tenendo alti ritmo e intensità. Dumitru è il più temibile tra i nerazzurri, Caprari rischia di essere il primo marcatore del match già al 9′ con un gran destro dalla distanza sul quale è strepitoso Ujkani. Il talento romano si ripete al 19′ con l’altro piede e al 23′ di nuovo con il destro, mancando di pochissimo il bersaglio. Per vedere il primo squillo di Lapadula tocca attendere il 25′: colpo di testa su assist di Memushaj e pura illusione del gol. Il centravanti si mangia il vantaggio alla mezz’ora sempre di testa su pennellata di Pasquato. Nonostante un avversario chiuso e pronto a ripartire in velocità, i biancazzurri trovano spesso il modo di offendere, ma la sfida Caprari-Ujkani decreta ancora vincitore il portiere ospite al 40′, bravissimo nel respingere il tiro ravvicinato del fantasista. Fiorillo non vuole sfigurare davanti al collega e sul capovolgimento di fronte tiene a galla i suoi con un miracolo su Scaglia. Al 43′ il Pescara la sblocca: azione avvolgente con Memushaj che scucchiaia per Caprari, destro al volo del 17 e tap in facile di Gianluca Lapadula, 27esimo centro stagionale. Delfino al riposo in vantaggio.

In avvio di ripresa il Latina sfiora il fortunoso pari con la traversa scheggiata dal cross di Bruscagin, poi però lo trova al 10′ con Dumitru, il migliore dei suoi, abile ad approfittare di un buco difensivo biancazzurro e a freddare Fiorillo. La gara si scalda e Mazzotta viene ammonito per sospetta simulazione in area ospite (valutazione contestata dall’Adriatico intero), mentre sull’altro fronte Scaglia rompe l’incrocio dei pali con il solito sinistro velenoso. La squadra di Oddo subisce il contraccolpo e rischia di ingolfarsi pericolosamente, così il tecnico spedisce in campo Cappelluzzo al posto di Bruno. Ma al 28′ Fiorillo deve compiere il miracolo a tu per tu con Dumitru per evitare il peggio. Dentro anche Mitrita per un nervoso Caprari, e  il rumeno è subito insidioso al 37′. Mentre fioccano i gialli e l’orecchio dei giocatori tende anche un po’ a quel che succede a Bari e Livorno, Lapadula scheggia la traversa da pochi passi e fa sobbalzare il suo stadio. Al 90esimo l’ultima carta di Oddo (espulso per proteste) è Andrea Cocco, ma non è quella giusta per cambiare le sorti della gara. In virtù della vittoria del Trapani a Bari il Pescara chiude la stagione al quarto posto. Ora i playoff, mentre il Latina festeggia in campo nemico la salvezza.