giovedì 14 dicembre 2017
Home / Calcio / Pescara-Vicenza 1-1: LapadOro riacciuffa Marino

Pescara-Vicenza 1-1: LapadOro riacciuffa Marino

- 12 febbraio 2016

Anticipo della 26esima giornata: un super gol del bomber evita il ko

Bruttino e palesemente colto di sorpresa dall’avversario. Questo il Pescara visto all’Adriatico contro il Vicenza. A fare bella figura sono stati soprattutto Marino e la sua squadra, vicinissimi al colpaccio in terra d’Abruzzo. Fino al minuto 48, quando il solito meraviglioso Gianluca Lapadula si è inventato l’ennesima perla del suo campionato, una sforbiciata su assist di Cocco che ha sancito l’1-1 finale.

In avvio il Vicenza ha decisamente più “Vita” del Pescara. Il numero 16 ospite si rende infatti pericoloso per tre volte in 10 minuti. La scossa in casa biancazzurra provano a darla Lapadula e Verde, senza tuttavia impensierire oltremodo Benussi. Molto più impegnativo è il compito di Fiorillo sul sinistro di Ebagua al 28esimo, così come quello di Laverone alla mezz’ora sul sinistro a colpo sicuro di Lapadula. Il rumeno Mitrita, impiegato titolare da Oddo come trequartista defilato sull’out mancino, prova a sfruttare la chance con due conclusioni imprecise dalla distanza. Anche la rasoiata di Memushaj è fuori dallo specchio della porta, e al 40esimo Galano spreca di testa il pallone del possibile 1-0. L’ex Bari ancora insidioso in pieno recupero dalla distanza.

Il mancino del Vicenza è sempre protagonista anche a inizio ripresa, con due conclusioni radenti che chiamano Fiorillo ad altrettante decisive parate. Qualcosa non va: fuori allora Verde e Mitrita, dentro Pasquato e il grande ex Cocco per provare a invertire il trend della gara. Il tentativo non riesce, perché al 28esimo i biancorossi passano con il tap in di Signori, abile nel ribadire in rete la smanacciata di Fiorillo su tiro ravvicinato di Vita. Oddo tenta anche la mossa Acosta per Fornasier, con Torreira che va a fare il libero. Al 39esimo Sampirisi frana in area su Lapadula e per l’arbitro è rigore più espulsione del difensore: Memushaj va dal dischetto e calcia incredibilmente a lato. Marino annusa il colpaccio e prova a congelare il risultato, ma al 48esimo Cocco appoggia e Lapadula insacca in splendida rovesciata il gol del pareggio. Una gioia a metà per il Pescara, che in una serata negativa evita si il ko interno ma rallenta la corsa al secondo posto.