sabato 25 novembre 2017
Home / Calcio / Serie B / B come Bomber: se ce l’hai vinci, sennò rosichi

B come Bomber: se ce l’hai vinci, sennò rosichi

- 22 ottobre 2013

B di bomber. Chi li ha, vince e sale in classifica. Chi non li ha, rosica e spera di accaparrarsene uno al mercato di gennaio. Pavoletti, Babacar, Hernandez, Antenucci. Uno scettro diviso in quattro. Poi c’è Mancosu, seguito da Tavano, Caracciolo, Torromino e Giannetti. Di alcuni di loro abbiamo già detto tutto o quasi. Di altri no. E’ bene ricordarsi che una grande squadra, spesso e volentieri, davanti ha un grande centravanti. Rare le eccezioni. Una, la più bella, si chiama Virtus Lanciano: la capolista abruzzese ha segnato tredici volte con nove marcatori diversi in dieci giornate. E ha per capocannoniere un difensore. Quando il collettivo fa miracoli. Ma torniamo all’argomento del giorno. La differenza cominciano a farla loro, i bomber d’alta scuola. Alcuni sono già ricchi e famosi, come l’uruguaiano del Palermo. Hernandez è una delle stelle del campionato. E un motivo c’è: quando tocca la palla nell’area avversaria, la deposita quasi sempre in porta. A Siena ci ha messo poco: prima ha sfruttato un retropassaggio errato della difesa toscana, poi ha segnato su rigore. Massimo risultato con il minimo sforzo. Solo i grandi sanno farlo. Dall’altra parte dell’Appennino, sabato pomeriggio, un certo Babacar ha trascinato il Modena nel largo successo sulla Reggina. Ha 20 anni questo senegalese dalle lunghe leve che fa sognare l’Emilia. Ai tifosi abruzzesi farà piacere ricordarsi che questo nuovo talento del calcio italiano è stato scovato prima di tutti dal Pescara. Andrea Iaconi lo portò agli ordini delle giovanili di Cetteo Di Mascio nel 2007. Una stagione con gli Allievi, poi lo “scippo” della Fiorentina (che superò sul filo di lana il Genoa dopo una sorta di spy story). E’ cresciuto e adesso vuole la serie A assaporata da ragazzino nella Viola. Un altro bomber di razza è l’esperto Mirko Antenucci. Anche lui ha qualcosa in comune con la nostra regione. Il molisano è esploso nel Giulianova anni fa. Il 29enne fu scoperto dai giallorossi e lanciato in C1. Il meglio di sé l’ha dato ad Ascoli, poi nel Toro due anni fa. Sembrava essersi spento, invece il gol ce l’ha ancora nel sangue. La Ternana ha azzeccato a puntare sulla sua esperienza. Con uno così lì davanti, Toscano può sperare di rientrare nel giro delle grandi. Chiudiamo con Niccolò Giannetti, 22 anni, volto nuovo dei goleador di razza. Contro il Palermo sembrava un indemoniato. Ha fame di arrivare, voglia di scrollarsi di dosso l’etichetta di giovane promessa sfornata dalla Juventus e diventare solo Giannetti. La strada intrapresa è quella giusta. Anche il Siena sembra poter stare tranquillo. Chi la butta dentro c’è. Ed è l’unico modo per fare strada. RISULTATI: Cesena – Bari 2 – 1 Crotone – Lanciano 1 – 2 Empoli – Varese 2 – 0 Modena – Reggina 3 – 0 Padova – Juve Stabia 2 – 1 Pescara – Latina 0 – 1 Avellino – Carpi 4 – 1 Brescia – Cittadella 4 – 1 Ternana – Novara 5 – 0 Trapani – Spezia 1 – 1 Siena – Palermo 2 – 3 CLASSIFICA: Lanciano22 Empoli20 Cesena20 Avellino18 Palermo17 Crotone16 Modena15 Varese15 Spezia14 Cittadella13 Brescia12 Latina12 Siena11 Trapani11 Carpi10 Ternana10 Novara10 Reggina9 Pescara8 Bari8 Padova7 Juve Stabia5