giovedì 18 gennaio 2018
Home / Calcio / Serie B / Delli Carri sicuro: «Tiferò Pescara, e Ragusa non andrà al Genoa»

Delli Carri sicuro: «Tiferò Pescara, e Ragusa non andrà al Genoa»

- 10 dicembre 2013

«Salvo imprevisti, sarò allo stadio. E tiferò Pescara, lo dico subito, senza ipocrisie, pur rispettando e apprezzando tanto il lavoro del club frentano». Daniele Delli Carri, due stagioni biancazzurre, sei mesi rossoneri, prima di chiudere la lunga esperienza da difensore e iniziare la nuova vita da direttore sportivo, parla in vista del derby Lanciano-Pescara, domenica prossima al Biondi. E non ha dubbi. «Mi aspetto una partita un po’ bloccata. I biancazzurri dovranno stare attenti alla forza rossonera sulle palle inattive. Baroni, invece, alle fulminee ripartenze biancazzurre. Marino l’avrei voluto a Pescara già prima. Ci furono tre contatti con lui prima della scorsa estate, Sebastiani può confermarlo. Baroni l’ho visto nelle finali Primavera della scorsa estate. E’ uno pratico, non pensa allo spettacolo ma ai punti. E in B, torneo lungo e pericoloso, questa mentalità dà sempre buoni frutti». Del Lanciano stima soprattutto «Mammarella, ma non giocherà, poi il terzino De Col, il portiere Sepe e Buchel, in evidente crescita». Nel Pescara, invece, la sua soddisfazione più grande si chiama «Maniero. Si è preso la responsabilità di diventare leader ed è esploso. Poi Ragusa, ormai da serie A, e gli altri. Assieme ai nuovi arrivi di qualità come Zuparic, Schiavi, Rossi e Belardi stanno dimostrando di poter lottare ai vertici. Politano? Lo seguivamo da tempo, avevamo già montagne di relazioni di Acri e Ruffini. Al completo, è un Pescara competitivo per la promozione. E i tifosi stiano tranquilli: Ragusa non tornerà al Genoa nel prossimo mercato».