mercoledì 22 novembre 2017
Home / Calcio / Serie B / Emozione INGLESE: «Che bello rigiocare all’Adriatico»

Emozione INGLESE: «Che bello rigiocare all’Adriatico»

- 29 novembre 2013

Di “british” ha soltanto il cognome. Roberto Inglese sarà di scena domani con il Carpi sul campo che di fatto lo ha visto crescere, lo stadio Adriatico di Pescara. Da avversario (16esima giornata di serie B). Una gara speciale per il 23enne attaccante. Che effetto farà affrontare da avversario i colori biancazzurri?«E’ da molto tempo che non rigioco all\’Adriatico. Sarà un\’emozione bellissima perché il Pescara è la squadra che mi ha permesso di arrivare fin qua e la porto nel cuore». Quale dei giocatori di Marino ti sta colpendo in positivo?«Soprattutto Ragusa. Ci giocai anni fa contro in Lega Pro e già si notava il suo talento. Ora sta facendo grandi cose anche in serie B». Oltre a te e Romagnoli, c’è anche Edgar Cani tra gli ex della sfida: come vivrà lui questo pre partita? «Edgar lo vivrà più o meno come me. Abbiamo entrambi fatto tutta la trafila del settore giovanile prima di arrivare in prima squadra, le nostre storie si assomigliano molto. Credo che anche lui non veda l’ora di tornare all’Adriatico». Ultima curiosità: da quale difensore biancazzurro preferiresti non essere marcato…?«Beh, in realtà vorrei proprio essere marcato da Capuano, dato che siamo cresciuti insieme nel settore giovanile e oltre a essere un bravo giocatore è anche un caro amico. Mi piacerebbe ritornare ai vecchi tempi, io contro di lui… sarebbe per certi versi suggestivo».