martedì 21 novembre 2017
Home / Calcio / Lanciano / Falcinelli in panchina? Non succede dal 24 settembre…

Falcinelli in panchina? Non succede dal 24 settembre…

- 14 novembre 2013

24 settembre 2013, sesta giornata di serie B, Juve Stabia-Lanciano: l’attaccante rossonero Diego Falcinelli è abile e arruolato, ma va in panchina. Prima e ultima volta. Dalla successiva gara interna contro il Bari fino all’ultima con il Siena, saltata per squalifica, Dieguito è stato sempre presente. A lui non si rinuncia quasi mai. Prima Gautieri, oggi Baroni. Ma con l’exploit di Plasmati, come si fa? DUBBI Mancano pochi giorni alla trasferta di Empoli, e mister Baroni non scopre le carte. Lui, l’uomo della rotazione quasi sistematica (soprattutto in mediana), ha elogiato il colosso ex Taranto: «Ha sempre fatto bene anche entrando a partita in corso, sabato scorso ha segnato, l’ipotesi che possa partire titolare non è remota». Panchina per Falcinelli? «Sapete tutti che Diego può fare anche l’esterno d’attacco», precisa Baroni, che come tutto il popolo frentano, aspetta con ansia i gol di Antonio Piccolo, il valore aggiunto della scorsa stagione, ancora un po’ ingolfato in quella attuale. Motivo per il quale non è da escludere, in Toscana, un tridente Falcinelli-Plasmati-Thiam. D’altronde, i dati parlano chiaro: 11 partite disputate su 13, 990 minuti complessivi, e soltanto due reti. Ma a Diego Falcinelli, nessuno rinuncia a cuor leggero.