venerdì 24 novembre 2017
Home / Calcio / Lanciano / Testa di Thiam: e il Lanciano è ancora in testa! (1-0)

Testa di Thiam: e il Lanciano è ancora in testa! (1-0)

- 26 ottobre 2013

Il Lanciano usa la testa di Thiam per restare in testa alla classifica di serie B. 1-0 al Padova con gol del giovane senegalese al 24’ della ripresa. La marcia dei frentani è inarrestabile. Finiti gli aggettivi per esprimere lo stupore. Il Biondi non smette di godere. IN CAMPO Nel Lanciano Piccolo va in panchina e viene sostituito da Turchi. Nel Padova Melchiorri rileva Pasquato e fa coppia d’attacco con Vantaggiato. BOLLICINE I padroni di casa partono con personalità, coprendo gli spazi e cercando la via del gol. Minotti da fuori, Thiam su lancio profondo di De Col e Casarini ancora con la potenza, sono i più pericolosi in zona Colombi. Ma già al 3’ minuto c’è un episodio più che dubbio, con Falcinelli che salta due uomini in slalom e viene steso in area dall’ancata di Legati: per l’arbitro non c’è nulla. Il Padova si difende come può e raramente si affaccia dalle parti di Sepe. Lo fa Vantaggiato al quarto d’ora con un interno destro. Il forcing dei rossoneri si fa più intenso, e prima Thiam (volèe imprecisa su cross di De Col) poi Casarini (destro secco dai 22 metri) vanno vicini al gol. Al 28’ trema il Lanciano quando Melchiorri crossa da destra per Vantaggiato: l’attaccante segna in spaccata volante ma è in offside. Pericolosi, i cali di concentrazione dei padroni di casa: al 32’ è Jelenic a trovare il buco centrale per inserirsi e fare male, ma l’esterno è debole e Sepe ha vita facile. 4 minuti dopo è Melchiorri a sfiorare il bersaglio grosso con un tiro cross molto insidioso. Superato l’empasse, il Lanciano si affida a una delle sue armi preferite, le palle inattive costruite dal piede di Mammarella: minuto 40’, pennellata del capitano, testa di Amenta, palo, tap in di Thiam da due passi, palla in curva. Clamoroso. Negli ultimi scampoli di gara si aprono spazi per un paio di capovolgimenti di fronte senza esito. Prima della fine del tempo, Thiam spreca di testa un cross del solito Mammarella. THIAM-GOL I ritmi di inizio ripresa sono più blandi. Poche emozioni nelle zone calde, eccezion fatta per uno scontro pericoloso tra Turchi e Legati in area bianco scudata, e per una sgroppata di Falcinelli senza esito. Al 13’ Baroni manda in campo Piccolo per Turchi, e il talentuoso mancino innesca subito Thiam, che aggira Santacroce con il controllo ma viene anticipato in uscita da Colombi. Il gol del senegalese è soltanto rimandato: al 24’ Mammarella calcia una punizione sul secondo palo, laddove Amenta fa sponda a centro area per il giovane attaccante, che sempre di testa deve solo spingerla: 1-0 Lanciano. Grande festa al Biondi, con i rossoneri che non arretrano e anzi continuano a macinare gioco in contropiede, dove Thiam è devastante e pericoloso in campo aperto. Quando il Padova si ripropone con i neo entrati Ciano e Diakite, Amenta e Casarini fanno buona guardia sui palloni aerei. Nel finale si aprono spazi che il Lanciano prova a sfruttare, ma Thiam è stanco e un po’ egoista quando arriva in zona calda. Un arbitro davvero “inglese” (pochissime interruzioni durante il match) segnala 5 minuti di recupero. Momenti concitati con Piccolo e Vastola che non riescono a chiudere i giochi. L’ultimo brivido lo porta Ciano su punizione al 49’, ma la sfera è centrale e dunque semplice per Sepe. Falcinelli a 10 secondi dalla fine si vede respingere il sinistro del 2-0. Poco importa, perché il Lanciano vince ancora, è primo in classifica a 25 punti, e si godrà un’altra settimana da capolista. RILEGGI LA DIRETTA WEB