mercoledì 22 novembre 2017
Home / Calcio / Serie B / Trapani-Lanciano, tris di assenze per gli abruzzesi

Trapani-Lanciano, tris di assenze per gli abruzzesi

- 28 novembre 2013

Il Lanciano torna sul “luogo del delitto”, cioè laddove colse la storica promozione in Serie B ritardando di una stagione l’approdo del Trapani in cadetteria. Una bella salvezza nella scorsa stagione ed ora il sogno di lottare per la Serie A. Sette giornate in testa alla graduatoria, un rallentamento con un punto in tre giornate – che è costato la vetta – e poi il successo convincente contro il Varese: i rossoneri targati Baroni – e non più Gautieri – si apprestano alla trasferta siciliana con rinnovata consapevolezza nei propri mezzi, ma con alle porte un trittico terribile nel mese di Dicembre (Palermo, Pescara e Spezia in rapida successione). Tornare imbattuti dalla Sicilia, infatti, significherebbe preparare al meglio anche dal punto di vista psicologico il mese finale di un 2013 da lode. La Virtus, a causa inagibilità dei campi a Lanciano, si è dovuta spostare a Città Sant\’Angelo, al Poggio degli Ulivi per preparare la delicata sfida prima di trasferirsi a Roma da dove la truppa volerà alla volta della Sicilia. Questo il ricordo di Carlo Mammarella del 10 giugno 2012, data indelebile nel cuore dei frentani: «Sono contento di tornare in uno stadio dal quale siamo usciti vittoriosi per la partita credo più importante del Campionato. Ricordo positivamente il pubblico di Trapani che ci ha applaudito, accettando la sconfitta della propria squadra». Sulla prossima gara: «Lasciando perdere l\’inizio del Campionato nel quale ha pagato l\’ambientamento nella serie B, ho sempre pensato che quella siciliana fosse una di quelle squadre organizzate, con un allenatore preparato e con una rosa fatta per raggiungere sì una salvezza tranquilla, ma anche qualcosina in più». Parole positive sui prossimi avversari anche da parte di mister Baroni: «Il Trapani è una squadra importante, che nelle prime partite di Campionato ho visto giocare benissimo e mettere in difficoltà squadre importanti. È una partita difficile, come lo sono tutte, e noi dobbiamo prepararla bene, quindi andiamo là consci delle difficoltà, ma anche consapevoli che vogliamo continuare con un bel risultato. Thiam, che ha avuto un ripresentarsi dell’influenza, è fuori. Poi Piccolo e Paghera, che non saranno disponibili. Paghera sicuramente potrà rientrare nella partita col Palermo, mentre Antonio speriamo di poterlo riavere prima della partita col Pescara». Intanto presso la Clinica Villa Stuart di Roma, il portiere Angelo Casadei è stato operato al legamento crociato anteriore del ginocchio si tratta del secondo intervento dopo quello del marzo scorso. Statistiche. L’attacco rossonero ha totalizzato appena 17 marcature: nelle prime dieci posizioni in classifica, solo il Latina ha fatto peggio (13 gol). La Virtus, però, è la squadra meno perforata (solo 10 reti al passivo). Carlo Mammarella nelle statistiche Panini Digital Soccer continua a primeggiare nella graduatoria riservata agli assist man mentre Federico Casarini batte il proprio record di reti: mai aveva segnato 2 reti in singola stagione (solo 1 gol l\’anno scorso in A, al Cagliari).