martedì 21 novembre 2017
Home / Calcio / Lanciano / Vendetta alla trapanese: Lanciano ko

Vendetta alla trapanese: Lanciano ko

- 30 novembre 2013

Capitola la Virtus Lanciano a Trapani, subendo la vendetta dell\’undici siciliano, che proprio dai frentani fu battuto due stagioni fa, ai tempi della Prima Divisione, per la promozione in B. Finisce 1-0 per i padroni di casa quindi, grazie ad una rete di Basso al minuto 69’, ma il risultato non rispecchia quanto visto in campo, al netto di una gara equilibrata e, soprattutto, degli ultimi venti minuti di gioco, disputati in maniera intensissima dai ragazzi di Baroni. Pesa poi una decisione dubbia dell\’arbitro Aureliano, che giudica sulla linea un rimbalzo, su colpo di testa di Falcinelli, che i giocatori del Lanciano hanno visto assolutamente dentro. I primi quarantacinque minuti di gioco scorrono con poche emozioni, merito della solidità di entrambe le squadre in campo. Il gioco c\’è, da ambo le parti, ma mancano gli affondi velenosi, anche se Finocchio per i locali ed il solito Plasmati per gli ospiti provano a trovare la via del gol, senza esito alcuno. Nel secondo tempo è sicuramente il Lanciano ad essere più propositivo, tenendo alto il baricentro del gioco e spingendo di più rispetto alla frazione di gioco precedente. Proprio nel suo momento migliore però, subisce il gol di Basso, pronto a deviare in rete un traversone dalla destra. Immediata la reazione frentana, ed ecco il fattaccio: colpo di testa di Falcinelli che si stampa sulla traversa, il rimbalzo è per l\’arbitro sulla linea, per i rossoneri oltre, e gli animi si scaldano. Mammarella viene espulso per proteste, la sua squadra, anche in inferiorità numerica, si riversa davanti, creando patemi ai siciliani ma offrendo anche il fianco ai loro contropiedi. Il risultato non cambia però, e così la banda Baroni, che si vede superare in classifica dal Palermo e torna al terzo posto, perde una partita che assolutamente avrebbe meritato almeno di pareggiare.