giovedì 18 gennaio 2018
Home / Calcio / Serie D / Celano oh yes!

Celano oh yes!

- 15 ottobre 2013

È il Celano la prima delle abruzzesi. La squadra di Luigi Morgante stende la Fermana e sale al quarto posto. Un successo meritato, dunque, anche se – dall’altra parte – i marchigiani se la prendono con l’arbitro. Una conclusione strepitosa di Granaiola nel primo tempo e una deviazione di Aquaro a tempo ormai scaduto bastano e avanzano per centrare la terza vittoria stagionale. E quando gli ospiti si fanno vedere, ci pensa Bartoletti a metterci una pezza. Per i biancazzurri è il terzo risultato utile consecutivo (due vittorie e un pareggio) e l’impressione, stavolta, è che la strada imboccata sia davvero quella giusta. Un gradino più giù ecco Giulianova e Sulmona. I ragazzi di Donato Ronci piazzano una mezza impresa, tornando da Matelica con un punto malgrado la doppia inferiorità numerica. Dopo l’iniziale vantaggio (rigore di Berretti), i giallorossi prima si fanno raggiungere e poi vanno due volte sotto (doppietta di Cognigni dal dischetto e gol di Lazzoni). Ma hanno la forza di rialzarsi, presi per mano da Esposito e da Berretti, che dagli undici metri non sbaglia neanche la seconda volta. Il Sulmona, invece, rimedia la prima sconfitta stagionale. Dopo un primo tempo in cui non succede granché, gli ovidiani vengono affondati da Forò e Di Mercurio. Il gol di Ceccarelli serve solo per le statistiche. Ma in casa biancorossa resta un po’ di rammarico, perché, sullo 0-0, non viene fischiato un rigore piuttosto evidente ai danni di D’Angelo. Primo ko interno della stagione per l’Amiternina. Eppure gli aquilani se la giocano praticamente alla pari contro una macchina da guerra come l’Ancona, costruita per ammazzare il campionato. Così la squadra di Angelone mette la freccia grazie all’autogol di Cacioli. Ma, subito dopo, Valente restituisce il favore e allora è tutto da rifare. Il gol-partita lo realizza Gelonese. E il rammarico aumenta, nell’ambiente giallorosso, se si pensa che Torbidone colpisce pure una traversa. La Renato Curi pareggia con l’Isernia e resta in fondo alla classifica in compagnia dei molisani e del Bojano. I pescaresi continuano ad evidenziare lacune in avanti. Per dirla in parole semplici: gli attaccanti nerazzurri arrivano davanti al portiere avversario ma non riescono quasi mai a lasciare il segno. Risultati Serie D girone F. Amiternina-Ancona 1-2, Bojano-Jesina 2-3, Celano-Fermana 2-0, Civitanovese-Fano 1-0, Matelica-Giulianova 3-3, Olympia Agnonese-Recanatese 3-4, Renato Curi Angolana-Isernia 0-0, Termoli-Sulmona 2-1, Vis Pesaro-Maceratese 2-2. Classifica. Civitanovese 15, Ancona 14, Jesina 14, Termoli 11, Vis Pesaro 11, Celano 11, Maceratese 10, Sulmona 10, Giulianova 10, Amiternina 9, Fermana 8, Matelica 8, Recanatese 8, Olympia Agnonese 7, Fano 6, Renato Curi Angolana 4, Bojano 4, Isernia 4.